Calcio

Un ottimo pari della Reggina in casa della Casertana

CASERTANA – REGGINA 0-0

CASERTANA (4-3-1-2): Cardelli; D’Anna, Polak, Rainone, Galli; De Rose, Rajcic, Carriero; De Marco; Alfageme, Turchetta. A disposizione: Avelia, Finizio, Ferrara, Lorenzini, Forte, Marotta, Ogliano, Santoro, Minale, Tripicchio, Colli. Allenatore: D’Angelo
REGGINA (4-3-1-2): Cucchietti; Pasqualoni, Di Filippo, Laezza, Porcino; Marino, Mezavilla, De Francesco; Fortunato; Tulissi, Bianchimano. A disposizione: Licastro, Solerio, Gatti, Garufi, Di Livio, Turrin, Auriletto, Tazza, Bezzicheri, Silenzi, Amato, Sparacello.
ARBITRO: Carella di Bari
NOTE – Ammoniti: De Rose, Carriero, De Marco e Turchetta (C), Cucchietti, Fortunato e Di Livio (R). Espulsi Alfageme e Laezza.

CASERTA – Un altro ottimo punticino per la Reggina di Maurizi al “Pinto” di Caserta. La sua giovane squadra riesce ad uscire indenne da questa delicata trasferta ma soprattutto senza far correre particolari rischi all’estremo difensore Cucchietti. Per i padroni di casa un pari che serve a poco dopo le tante sconfitte consecutive.
Maurizi si presenta in campo con qualche novità: Di Livio infatti scivola in panchina e lascia il posto sulla trequarti a Fortunato.
Il primo tempo scivola via senza particolari occasioni da gol. Sia Cardelli che Cucchietti di fatto rientrano negli spogliatoi senza aver mai compiuto una parata. Nella ripresa i tecnici cercano di cambiare qualcosa con qualche sostituzione ma la prima vera occasione è per Alfageme con un tiro rasoterra. Il 65′ è il minuto clou della partita, non per le occasioni, le squadre se ne guarderebbero bene, ma per le espulsioni di Alfageme e di Laezza. Un’altra delle tante scaramucce, questa volta non andata a buon fine. Maurizi ridisegna il proprio scacchiere, non senza difficoltà, ma la partita non riesce ad avere un sussulto se non all’87’ quando Turchetta calcia alto un pallone da buona posizione dopo il cross di Marotta. Di fatto la partita termina qui. Un match nervoso, intenso ma di certo non spettacolare che però accontenta la Reggina, al contrario dei padroni di casa che escono dallo stadio tra i fischi.

Il commento di Maurizi

«Abbiamo ottenuto un buon pareggio a Caserta – dichiara dopo il match il tecnico Maurizi -: siamo stati bravi ad essere camaleontici ed adattarci alla difficile partita. La grande aggressività della Casertana ci ha messo in difficoltà sul piano del palleggio, era una partita dura per uomini duri. Adesso giochiamo una gara importante contro il Siracusa e poi andiamo al riposo. Applauso alla squadra per aver saputo soffrire».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com