Viaggi

Novità per i porti calabresi e il traffico crocieristico

CATANZARO – La vicepresidente della Regione Antonella Stasi ha partecipato al Seatrade Europe di Amburgo, evento fieristico specializzato, dedicato al settore della crocieristica.

Si tratta della terza partecipazione della Regione ad un evento del genere, dopo Marsiglia e Miami, occasioni queste ultime che hanno consentito l’avvio di una concreta pianificazione, relativa agli arrivi di navi da crociera in Calabria. Grazie alla realizzazione del Masterplan sulla portualità, la Regione ha individuato quattro porti dedicati alla crocieristica (Crotone, Corigliano, Vibo Valentia e Reggio Calabria), riscuotendo un notevole interesse da parte delle più importati compagnie internazionali di navigazione turistiche, sempre attratte da nuove mete da offrire ai propri clienti. I contatti già avviati negli ultimi anni dalla Regione, anche grazie alla collaborazione con l’Autorità Portuale di Gioia Tauro, hanno consentito di rendere costanti i rapporti con le compagnie, con gli altri porti italiani e con numerosi operatori del settore, garantendo una programmazione certa di arrivi nella nostra regione. La collaborazione con il Venezia Terminal Passeggeri, tra le più importati società internazionali, sta garantendo alla Calabria un positivo scambio di informazioni tecniche ed esperienze, necessarie per una regione che ha iniziato da qualche anno ad investire in questo settore.

Nelle prossime settimane sono previsti quattro arrivi in Calabria, nel porto di Crotone: si tratta di navi molto eleganti, che porteranno complessivamente oltre duemila turisti. Proseguono i contatti per coinvolgere nuove compagnie, dal 28 al 30 settembre sarà presente in Calabria un rappresentante della Azamara Cruiser (gruppo Royal Caribbean) per visitare le principali località turistiche della costa ionica e tirrenica. Nel 2014, inoltre, sono già stati garantiti gli arrivi delle compagnie: Kristina Cruise, Thomson Holiday, Seabourn, Peter Delimann e FTI Cruiser.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top