8@30 in piazza

Amministrative / Si vota in 41 comuni calabresi. Nel Cosentino ad Acri e Corigliano le sfide elettorali più interessanti

municipio

Sono 41 i comuni calabresi, 13 cosentini, chiamati oggi e domani alle urne per il rinnovo dei rappresentanti delle amministrazioni locali. Fra essi non è interessato nessuno dei cinque capoluoghi di provincia.

ACRI (Cs) – Sono 21.315 gli acresi aventi diritto al voto che oggi e domani saranno chiamati a scegliere il nuovo Sindaco della cittadina presilana e a rinnovare il Consiglio Comunale. Per Acri si tratta di elezioni anticipate di due anni,  poichè lo scorso anno il sindaco eletto nel 2010, Gino Trematerra, rinunciò alla carica di primo cittadino optando per quella di europarlamentare, avendo partecipato alle elezioni del 2009. Giuseppe Cristofaro

Sono tre i candidati a sindaco per queste elezioni amministrative e duecento i candidati come consiglieri comunali. Luigi Maiorano, attuale sindaco facente funzioni dopo l’abbandono di Trematerra, guida la coalizione di centro-destra con quattro liste (Unione di Centro, il suo partito, Popolo delle Libertà, Centro moderato per la città e Futuro acrese), mentre il candidato del centro-sinistra è Giuseppe Cristofaro con ben cinque liste presentate (Partito Democratico, Patto per la Città, Partito Socialista Italiano, Acri bene comune, Sinistra Ecologia e libertà).

Luigi Maiorano

Nicola Tenuta, già sindaco di Acri dal 2000 al 2005 (quando era esponente Udc), si presenta invece a questa tornata elettorale supportato da quattro liste civiche (Movimento civico uomini e donne liberi con Tenuta, Acri in Movimento con Tenuta, Insieme con tenuta e Liberi con Tenuta). Stranamente assente dalle elezioni, per non precisate motivazioni, il Movimento 5 Stelle, che si era imposto come primo partito della città alle Politiche di Febbraio con il 28%  dei consensi.

Nicola Tenuta

Urne aperte oggi, domenica 26 maggio, dalle 8 alle 22 e lunedì 27 maggio dalle 7 alle 15. Eventuale turno di ballottaggio domenica 9 giugno.

CORIGLIANO CALABRO (Cs) – Elezioni Comunali anche in un altro importante centro cosentino. Dopo il commissariamento dell’amministrazione comunale targata Pasqualina Straface, anche Corigliano Calabro sceglie il nuovo sindaco e il nuovo Consiglio Comunale. Una curiosità: nella città jonica sono ben dodici i candidati alla poltrona di primo cittadino: Antonietta Bruno (Lista Movimento Cittadino San Mauro), Giorgio Aversente (Un volto nuovo), Francesco Sapia (Movimento Cinque Stelle),  Maria Filomena Russo (Idea Sociale), Gioacchino Campolo (Liberi Ausoni e Lista Sole),  Giorgio Triolo (ll Popolo delle Libertà), Giuseppe Geraci (La scelta giusta-Geraci Sindaco, La Svolta, Lista Civica per Corigliano, Alleanza per Corigliano, Città virtuosa),  Elvira Campana (Corigliano Domani), Giovanni Antonio Torchiaro (Partito Democratico e SEL), Domenico Piattello (Corigliano svegliati),  Cataldo Antonio Russo (Unione di Centro), Mario Gallina (Rifondazione comunista e Rivoluzione in comune).

NEL COSENTINO – Urne aperte anche nei piccoli comuni del cosentino. Si vota infatti anche a Bonifati, Canna, Castrolibero, Dipignano, Maierà, Marano Marchesato, Paterno calabro, San Lucido, San Martino di Finita, Serra d’Aiello, Terravecchia.

PROVINCIA DI CROTONE – Nel Crotonese si vota, fra gli altri,  a Isola Capo Rizzuto, dove cerca la riconferma l’attuale sindaco Carolina Girasole (ex Pd, ora passata nelle fila di Monti) e a Strongoli dove i candidati a sindaco sono Michele Laurenzano (PD), Giuseppe Scarpino (Lista civica) e Luigi Arrighi (Lista civica).

Andreina Morrone

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top