Cultura&Spettacolo

Doppio riconoscimento per il poeta Filippo Scalzi

Filippo Veltri

CROTONE – Il periodo estivo è costellato da concorsi letterari, ed è tempo per i letterati di andare a ritirare i premi ottenuti.

A due concorsi del reggino arriva in alto Filippo Scalzi, poeta dialettale di Isola di Capo Rizzuto provincia di Crotone.

Il primo è il premio letterario “Città di Montebello Jonico”, che si è svolto giorno 11 agosto a Montebello Jonico ed è stato promosso dall’associazione culturale “Nicolaos Arghiopoulos”. Filippo Scalzi ha ottenuto il premio dell’associazione “Nicolaos Arghiopoulos”, con la poesia “U testamentu da ruga” nella sezione poesia in vernacolo. La poesia premiata farà parte della silloge per ora inedita del poeta, che verrà pubblicata il prossimo anno. Il premio letterario di Montebello si è svolto nella piazza del paese e ha visto partecipanti da tutta la regione e non solo. Mentre, il secondo riconoscimento è arrivato giorno primo settembre al premio letterario nazionale “Città di Ardore”, indetto dall’associazione “Orme di cultura”. Il premio nazionale di poesia si è svolto in un luogo suggestivo, quale il castello di Ardore Superiore che ha visto la partecipazione di molte personalità tra cui poeti, scrittori e artisti di vario genere, riuniti per contemplare la poesia. Al concorso di Ardore al poeta isolitano è stata assegnata una menzione d’onore per la poesia “A Calandra” nella sezione poesia in vernacolo. Il testo in questione è stato musicato dal gruppo di musica popolare “Astiokena”, ed è presente nel loro ultimo lavoro musicale dal titolo “Novaria”.

Il poeta dialettale, attualmente, collabora con numerosi gruppi di musica popolare regionali

Fra essi gli “Astiokena” di Isola di Capo Rizzuto, gli “Hantura” di Petilia Policastro entrambi della provincia di Crotone, e i “Nd’arranciamu” di Vibo Valenzia. Inoltre, coopera con la casa discografica “Elca Sound” di Natale Centofanti di Reggio Calabria e con “mastro” musicista Turi Rugolo. Fino ad ora, sono quindici i testi poetici diventati canzoni, mentre sono circa dieci i testi in procinto di essere registrati nelle sale discografiche. Dunque, un periodo fecondo per il poeta vernacolare che va ad arricchire, con gli ultimi due riconoscimenti, la lunghissima lista di premi collezionati in tutti i concorsi della regione.

 

Maria Assunta Scalzi
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top