Istruzione&Ricerca

Ciclo di seminari internazionali al dipartimento di ingegneria civile dell’Unical

image

Ha preso il via, con un seminario del prof. Cedo Maksimovic, dell’Imperial College di Londra, il ciclo di seminari internazionali, promossi nell’ambito dei lavori del Master di II livello in “Esperto di gestione integrata e sostenibile del ciclo acqua-energia nei sistemi di drenaggio urbano”. Un ciclo di sette seminari internazionali, con docenti di fama internazionale, che hanno come tema di studio: “Idraulica Urbana Sostenibile: soluzioni innovative per il trattamento delle acque meteoriche di dilavamento”.

La responsabile degli incontri è la prof. Patrizia Piro, del dipartimento di Ingegneria Civile, con coordinatori gli ingegneri, Marco Carbone e Giuseppina Garofalo.

Il Master ha come obiettivo lo sviluppo di conoscenze scientifiche di base e di generare nuove conoscenze nel campo del drenaggio urbano. Si formeranno così nuove figure professionali in grado di supportare i settori inerenti il Servizio Idrico Integrato, la Pianificazione, la Gestione del Territorio e la Tutela Ambientale di Enti Pubblici Locali, Enti di Ricerca e Imprese, applicando le conoscenze dei sistemi di drenaggio urbano e utilizzando nuove piattaforme tecnologiche per la gestione integrata e sostenibile del ciclo acqua – energia nel sistema di drenaggio urbano.

Il prof. Maksimovic ha presentato il progetto “Blue Green Dream”, che attraverso la combinazione di sistemi idrici urbani e aree vegetate ha lo scopo di ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Questa soluzione potrebbe portare a diversi vantaggi: maggiore resistenza alla siccità e al rischio di alluvioni in area urbana, riduzione dell’inquinamento atmosferico, del rumore e del fabbisogno energetico, mitigazione dell’effetto isola di calore, valorizzazione della biodiversità e della qualità della vita, miglioramento della vivibilità degli spazi urbani e del loro valore estetico.

Uno degli obiettivi è anche di creare modelli idraulici dettagliati per il controllo dei deflussi superficiali e della rete fognaria urbana. La combinazione di pluviometri e radar permetterebbe, inoltre, di prevedere eventi meteorici intensi e che potrebbero portare a danni ingenti.

Il master sarà molto utile per l’inserimento dei ragazzi, che hanno dimostrato grande entusiasmo, nel mondo del lavoro. Il secondo incontro è fissato per la giornata di domani, mercoledì 15 maggio, alle ore 14,00, nell’aula seminari del dipartimento di ingegneria civile, cubo 41/B, con la lezione del prof. Jean- Luc Bertrand Krajewsky, dell’Insa – Lione (Francia).

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top