Salute&Benessere

Il presidente Scopelliti introdurrà il seminario sul Fascicolo Sanitario Elettronico Domani a Lamezia Terme

CATANZARO – Domani, mercoledì 24 luglio, il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti introdurrà i lavori del seminario sul “Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) in Regione Calabria”, che si svolgerà – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta –  al “T Hotel” di Lamezia Terme, con inizio previsto per le ore 10.

All’iniziativa interverranno anche la vicepresidente della Giunta regionale Antonella Stasi e il sub commissario per l’attuazione del Piano di rientro sanitario Luigi D’Elia.

Cos’è il FSE, lo stato dell’arte in Regione Calabria, l’esperienza della Regione Toscana, FSE un uso “significativo”: questi gli argomenti che saranno approfonditi durante l’incontro  attraverso le relazioni del dirigente regionale del settore controlli Salvatore Lopresti, di Sara Luisa Mintrone del Gruppo Engineering, di Angelo Rossi Mori di Agenas, di Sergio Petrillo dell’Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro, di Antonio Scillone della Casa di cura “Villa del Sole” di Cosenza, di Mario Santelli della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, di Vincenzo Zappia della Federazione italiana medici pediatri e di Leonardo Borselli per la Regione Toscana.

Le conclusioni del seminario, organizzato da Engineering e patrocinato dalla Regione Calabria, saranno affidate all’assessore regionale all’urbanistica, all’innovazione tecnologica e ai sistemi informativi Alfonso Dattolo.

Con il Fascicolo Sanitario Elettronico si possono condividono le informazioni cliniche di un paziente fra i diversi soggetti (medici ed infermieri) che operano per le attività di diagnosi, terapia, cura ed assistenza; ogni soggetto che interagisce  con il paziente può accedere infatti alle informazioni pregresse, confrontando quelle generate dalla propria attività sanitaria. Ciò consente una riduzione drastica di duplicati di indagini diagnostiche, un incremento significativo dell’appropriatezza dei percorsi di cura e un aumento notevole dell’efficacia degli interventi sia in regime ordinario che in urgenza. Pertanto è indispensabile la realizzazione di FSE Regionali interoperabili fra loro attraverso infrastrutture tecnologiche abilitanti che permettano una condivisione delle informazioni sanitarie del paziente anche su territori diversi da quello di appartenenza, nonché il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti nel processo di diagnosi, cura ed assistenza del paziente.

Print Friendly, PDF & Email





To Top