Calcio

Cosenza, Mendicino e Idda fanno festa al “Provinciale” di Trapani

Mendicino

TRAPANI – COSENZA 1-2

TRAPANI (3-5-2): Furlan 6; Silvestri 6 Pagliarulo 6 Legittimo 6; Fazio 6 Maracchi 6 Palumbo 6 Bastoni 5,5 (11’ st Minelli 6,5) Rizzo 6 (29’ st Visconti sv); Evacuo 5,5 (11’ st Murano 6) Reginaldo 6,5. In panchina: Pacini, Ferrara, Bajic, Taugourdeau, Dambros, Steffè, Canino, Girasole. Allenatore: Calori 6

COSENZA (3-5-2): Saracco 6,5; Idda 6,5 Dermaku 6 Pasqualoni 5,5 (30’ st Pascali sv); Corsi 6,5  Statella 6 (47’ st Boniotti sv) Palmiero 5,5 (30’ st Loviso 6,5) Calamai 6 (47’ st Trovato sv) D’Orazio 6; Tutino 6,5 (35’ st Liguori sv) Mendicino 6,5. In panchina: Perina, Collocolo. Allenatore: Braglia 6

ARBITRO: Amabile di Vicenza 6

MARCATORI: 37’ pt Mendicino (C), 17’ st Reginaldo rig. (T), 38’ st Idda (C)

NOTE: spettatori 3771 di cui un centinaio ospiti. Espulso al 39’ st Palumbo (T) per doppia ammonizione. Ammoniti: Pasqualoni, Liguori, Dermaku (C). Angoli: 5-2. Recupero: 1′ pt, 4′ st

TRAPANI – Si sorride in casa Cosenza dopo il blitz del “Provinciale” di Trapani. I silani vincono grazie alle reti di Mendicino e Idda. A nulla è valso il pareggio di Reginaldo dal dischetto. Prima sconfitta interna per i granata dopo le 7 vittorie e i due pareggi ottenuti davanti ai propri tifosi.

Qualche assenza di troppo per le formazioni scese al “Provinciale”. Il Trapani deve rinunciare a Marras causa squalifica e ad Aloi e Ferretti per rispettivi infortuni. Il Cosenza, invece, giunge in Sicilia con un attacco ridotto quasi ai minimi termini. Assenti il trequartista Mungo, Caccavallo, Bruccini, lo squalificato Baclet e Pinna. Le squadre si affrontano entrambe con il 3-5-2. In panchina a sorpresa il portiere Perina sostituito dal secondo Saracco.

Mendicino si sblocca

Cosenza che attacca sin dai primi minuti cercando di colpire gli avversari con scambi veloci sulle fasce. Il Trapani attende invece gli avversari e cerca di gestire la sfera con un ragionato possesso. Il primo tiro della gara giunge al minuto 10. Evacuo tenta la conclusione di precisione dai 20 metri ma Saracco è attento e si stende bloccando la palla. La partita vive di sussulti ma le formazioni reggono bene le azioni altrui.

Punizione pericolosa al 19’ calciata da Bastoni in area e conseguente colpo di testa di Silvestri che termina sul fondo. Il Cosenza risponde dal limite con un calcio piazzato di Corsi che non si abbassa al momento giusto. Granata vicini al vantaggio al minuto 33 grazie ad un tiro potente di Palumbo sul quale, però, non c’è la giusta precisione. I silani fanno centro al 37’. Cross dai 30 metri di Corsi e imbeccata vincente di Mendicino che supera Furlan. Il Trapani attacca d’impeto mentre i rossoblù reggono il colpo chiudendo il primo tempo in avanti.

Reginaldo dal dischetto

Stessi undici di inizio gara alla ripresa dell’incontro. Cosenza ancora in ottica offensiva con un contropiede che Mendicino non concretizza, facendosi respingere un tiro da Bastoni. Il Trapani fa tremare la difesa calabrese con un colpo di testa sul quale Saraccoso si oppone. I siciliani fanno entrare Minelli e Murano al posto di Bastoni ed Evacuo. Subito dopo Calamai d’esterno cerca il gesto balistico ma la palla si spegna sul fondo.

La partita cambia quando Pasqualoni atterra Reginaldo: l’arbitro fischia il rigore. Il brasiliano calcia con precisione dal dischetto e fa 1-1. Palmiero fa tremare il “Provinciale” al 25’ con un tiro sul quale la difesa granata si oppone manda la palla in angolo. Statella si divora un’occasione facendo oltre 40 metri in corsa ma non riuscendo a tenere la sfera bassa sulla conclusione. Sulla sinistra Visconti entra al posto di Rizzo. Anche Braglia decide di cambiare qualcosa alla mezz’ora: entrano Pascali e Loviso ed escono Pasqualoni e Palmiero.

Idda e i tre punti del Cosenza

Loviso pennella al 36’ il compagno Idda che da due passi permette al Cosenza di ritornare in vantaggio. Miracolo di Saracco che para con decisione una punizione di Visconti dai 20 metri. Nonostante i 4 minuti di recupero in casa silana si fa festa: i play-off si avvicinano in virtù dei 23 punti ottenuti.

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top