Calcio

Il Corigliano sbanca Rossano, Reggiomed k.o.. Primo punto in casa per l’Acri

Acri

COSENZA – Non ha risparmiato sorprese e spettacolo la settima giornata del campionato di Eccellenza, il massimo campionato dilettantistico regionale. Un turno che passerà agli almanacchi perchè privo di reti nei primi 45’ di gioco, oltre che per i tanti pareggi a reti inviolate e i pochissimi gol complessivi: solo 5!

OLYMPIC ROSSANESE – CORIGLIANO 0-1

Dopo la gara di Coppa, bloccata sull’1-1, il Corigliano stavolta supera, non senza fatica, i cugini dell’Olympic Rossanese. Ma la gara si sblocca solo nel secondo tempo: decide Piemontese al 16′ da distanza ravvicinata. Ma l’Olympic ha comunque poco da rammaricarsi – se non per aver faticato a finalizzare le azioni create – e il terzo posto in classifica è suo! 

BOCALE – REGGIOMEDITERRANEA 1-0

Dopo il pari interno con l’Acri, l’ex capolista Reggiomediterranea si fa sorprendere in casa della matricola terribile Bocale ADMO. A decidere il match la rete di Postorino ad inizio ripresa ma le emozioni maggiori sono del primo tempo. Al 2′ la squadra di casa fallisce dal dischetto la rete del vantaggio e alla mezz’ora gli ospiti rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Zampaglione.

SERSALE – COTRONEI 1-0

Nella giornata delle sorprese rimandato anche il Cotronei battuto di misura a Sersale. I giallorossi, autori di una buona partita, sembrano chiudere i conti con la malasorte e portano i casa i tre punti grazie alla rete di Vasapollo ad inizio del secondo tempo. Vittoria che porta il Sersale a metà classifica, mentre perde posizioni il Cotronei. 

TREBISACCE – PAOLANA 0-0

Ancora “stregato” il ‘Comunale’ di Roseto Capo Spulico per i giallorossi del Trebisacce che non vanno oltre lo 0-0 contro la Paolana. La partita nel primo tempo di emozioni ne regala ben poche. Più propositivo nella ripresa il Trebisacce che spinge più degli ospiti. Galantucci non riesce ad agganciare in rovesciata dal cuore dell’area piccola; sul finale è invece la traversa a dire di no ancora a Galantucci. Annullato ai delfini anche il gol di Maio per un probabile fallo in attacco.

SCALEA – CUTRO 0-0

Avara di emozioni anche la partita Scalea – Cutro. Sull’asse Tirreno – Ionio pesa forse di più il punto guadagnato in trasferta dal Cutro che si tiene così distante dalll’ultimo posto.

ACRI – GALLICO CATONA 1-1 

Continuano i progressi dell’Acri. Dopo due pareggi esterni, per la formazione di Pietro Delogu, che prende sempre più le sembianze che il tecnico vuole darle, arriva anche il primo punto stagionale fra le mura amiche. Dopo un primo tempo bloccato sullo 0-0, è il Gallico Catona del neo tecnico Antonucci ad andare per primo in vantaggio con De Marco (23′), ma i rossoneri non ci stanno a deludere ancora il pubblico di casa e al 27′ su calcio di rigore Scalese non sbaglia. 

SORIANO – BOVALINESE 0-0

Soriano e Bovalinese non si fanno male. Un punto a testa che muove la classifica di entrambe. Da sottolineare che la matricola Bovalinese allunga la propria striscia di imbattibilità.

SIDERNO – ISOLA CAPO RIZZUTO 0 – 0 

Nell’anticipo del sabato era pareggiato un amaro pareggio a reti inviolate. Amaro per i padroni di casa che, pur provando a dare continuità a propri risultati, non festeggiano il ritorno nello stadio di casa co i tre punti. E amaro per gli ospiti che fanno fatica a trovare la gara della svolta e sono ancora troppo lontani dalle posizioni in classifica che gli competono. 

CLASSIFICA

Corigliano 20; Reggiomediterranea 16; Olympic Rossanese 12; Paolana e Bocale 11; Cotronei 10; Trebisacce, Sersale e Soriano 9, Siderno e Scalea 8; Bovalinese 7; Isola C.R, Cutro e Gallico Catona 4; Acri 3.

PROSSIMO TURNO:

Bovalinese – Siderno, Corigliano – Sersale, Cotronei – Trebisacce, Cutro – Acri, Gallico Catona – Bocale, Isola C.R. – Scalea, Paolana – Soriano, Reggiomediterranea – Olympic Rossanese.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com