Calcio

Il Rende ne fa sette nel test con lo Scalea. Andreoli: «Stiamo crescendo»

Rende_scalea

Rende – Scalea 7-0

RENDE primo tempo (4-2-3-1): Borsellini; Sidibe Germinio Bruno Blaze; Collocolo Cipolla; Rossini Scimia Vivacqua; Libertazzi. All: Andreoli
RENDE secondo tempo (4-2-3-1): Savelloni (30’ st Palermo); Sarcone Sicuro Ampollini Origlio; Carbone Bonetto; Morselli Rossini (12’ st Achik); Crusco
SCALEA (4-3-3): Loccisano (1’ st Pinto); Mauro Scigliano Pizzoleo (14’ st Chemi) Diallo (1’ st Piazzolla); Castellano (8’ st Torresi) Capomaggio (9’ st Martena) Caruso (23’ st Benanti); Martinez (10’ st La Torre) Calderaro Corigliano (9’ st Legato). All: Gregorace
MARCATORI: 17’ pt Vivacqua (R), 42’ pt Libertazzi (R), 27’ e 32’ st Boito (R), 35’ st Morselli (R), 38’ e 40’ st Achik

RENDE – Sette reti, ritmo interessante e buone giocate.

L’allenamento congiunto tra Rende e Scalea si è chiuso con le indicazioni attese per il tecnico Andreoli. I giocatori hanno risposto agli stimoli a cui sono stati sottoposti.
Come ormai consuetudine il tecnico Andreoli schiera due undici differenti tra prima e seconda frazione di gioco con il chiaro intento di consentire agli uomini a disposizione di prendere ulteriore dimestichezza con le trame di gioco e mettere minuti nelle gambe in vista dell’inizio del campionato. Il Rende già dai minuti iniziali imprime un ritmo alto alternando movimenti in velocità a cambi di gioco alla ricerca dell’inserimento da dietro o la superiorità numerica. Assento Loviso in mezzo al campo, riposo precauzionale, spazio alla coppia Collocolo-Cipolla. In attacco si è mosso bene Albertazzi sia alla ricerca della conclusione personale sia nella difesa palla favorendo l’inserimento dei trequarti. Non è un caso che proprio Albertazzi e Vivacqua hanno iscritto il nome nel tabellino dei marcatori della prima frazione. 
Nella seconda frazione Andreoli aspettava indicazioni da alcuni giocatori che sono puntualmente arrivate e che confermano il percorso di crescita che è stato intrapreso nel corso di queste settimane di lavoro. A segno sono andati Boito (doppietta), Morselli con un bel sinistro a fil di palo e Achik (doppietta). 

Le parole di Andreoli

Guarda in prospettiva il tecnico Andreoli a fine allenamento: «Nonostante il gran caldo e i carichi di lavori la squadra ha fornito le indicazioni che mi aspettavo. Il percorso di crescita, fisico e tattico, sta andando avanti anche se abbiamo molto da lavorare su tutti i fronti».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com