Calcio

ll Cosenza accede agli ottavi di finale pareggiando in casa con la Casertana

Cosenza - Casertana

COSENZA – CASERTANA 1-1

COSENZA (3-4-3): Saracco 6; Idda 6 Dermaku 6,5 Pascali 6; Corsi 5 Bruccini 5,5 Calamai 5,5 (1’ st Palmiero 6) D’Orazio 6; Okereke 6 (1’ st Trovato 5,5) Perez 5,5 (4’ st Baclet 6) Tutino 7 (24’ st Mungo 6,5). In panchina: Zommers, Ramos, Pasqualoni, Boniotti, Loviso, Camigliano. Allenatore: Occhiuzzi 6,5

CASERTANA (3-5-2): Forte 6; Polak 6 Lorenzini 6 (41’ st Tripicchio sv) Pinna 6; Meola 6 Romano 5,5 (29’ st Santoro 5,5) Rajcic 6 (19’ st De Vena 5,5) De Rose 6 Finizio 6,5 (29’ st Rainone 5); Turchetta 6 Padovan 5,5 (29’ st Alfageme 5). In panchina: Gragnaniello, Cardelli, De Marco, Cigliano, Minale, Tripicchio. Allenatore: D’Angelo 6

ARBITRO: Prontera di Bologna 6

MARCATORI: 2’ pt Tutino (CS), 13’ pt Finizio (CE)

NOTE: spettatori 4038 di cui 329 ospiti. Espulso al 48’ st Raione (CE) per fallo di reazione. Ammoniti: D’Orazio, Mungo, Palmiero (CS), Lorenzini, Meola (CE). Angoli: 3-4. Recupero: 1′ pt, 4′ st

COSENZA – Il pareggio del “Marulla” permette al Cosenza di passare il turno contro una Casertana che era giunta in Calabria con un solo risultato possibile. Dopo il successo con la Sicula Leonzio, i rossoblù conquistano un ulteriore passaggio del turno.

La squadra di Braglia, oggi squalificato, si schiera in campo con il 3-4-3 in virtù del tridente composto da Okereke e Tutino ai lati e con Perez al centro. Dal primo minuto Idda in difesa mentre Mungo si accomoda in panchina. La Casertana, invece, resta ferma al suo 3-5-2. Squalificato l’ex di turno D’Anna, assente Carriero causa problema fisici (foto Francesco Farina).

Tutino la sblocca, Finizio fa 1-1

Partenza turbo della gara con il Cosenza in vantaggio. I padroni di casa attaccano dal lato destro, al minuto 2, con Okereke che serve Tutino. Il centravanti, di proprietà del Napoli, con un tiro di piatto supera Forte. La risposta della Casertana arriva al minuto 13 con la rete di Finizio che parte sul filo del fuorigioco superando, di piatto, l’estremo difensore Saracco: l’assist è del compagno Rajcic.

La formazione campana cerca di aggredire gli avversari tramite le giocate sulle fasce. Il Cosenza, dal proprio canto, prova a fare male con le ripartenze. Al minuto 35 Bruccini perde palla e la Casertana cerca di segnare con una potente conclusione di Turchetta dalla destra: palla fuori. Sull’asse Bruccini-Okereke-Corsi il capitano dei silani non inquadra la porta a seguito di un colpo di testa.

Tempo di cambi per Cosenza e Casertana

Inizio del secondo tempo con un doppio cambio: escono Calamai e Okereke ed entrano Palmiero e Trovato. Subito dopo Perez si fa male e al suo posto fa l’ingresso Baclet. Il Cosenza, a questo punto, passa al 3-5-2 con Tutino e Baclet come terminali offensivi. La Casertana si fa vedere dalle parti di Saracco con un tiro di De Rose che, però, termina alto sopra la traversa.

Al minuto 19 De Vena entra al posto di Rajcic. Pericolo della Casertana con un lancio di Pinna sul quale si avventa Padovan il quale, però, non riesce a tirare per come avrebbe voluto. Al minuto 24 entra Mungo al posto di Tutino: si resta fermi al 3-5-2. Giocata in bello stile di Mungo che supera in velocità Meola servendo in compagno Baclet: il tiro del francese viene ribattuto dalla difesa.

La Casertana si lancia in avanti

Il tecnico D’Angelo rischia il tutto per tutto facendo entrare Rainone, Santoro e Alfageme. Occasione della Casertana al minuto 34 con Turchetta che impegna Saracco sul palo. Ultimo cambio al 41’ per D’Angelo che si gioca la carta Tripicchio.

Il nuovo entrato dei campani si allarga verso la parte sinistra del rettangolo di gioco e lascia partire una conclusione da dimenticare. L’arbitro, nel frattempo, assegna 4 minuti di recupero. Finale concitato per il fallo di reazione di Rainone su Trovato: cartellino rosso per il calciatore ospite.

Il Cosenza porta a casa il passaggio del turno agli ottavi di finale dei play-off di terza serie: da ora in poi saranno partita con andata e ritorno. La prossima gara sarà domenica 20 maggio in casa mentre il ritorno si terrà mercoledì 23.

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top