Calcio

Il Rende cade sotto i colpi del Catania. Curiale e Ripa chiudono la pratica

Rende

RENDE – CATANIA 0-3

RENDE (3-5-2): Forte 5,5; Sanzone 6 Porcaro 6 Pambianchi 5,5; Viteritti 6,5 (15’ st Godano 6) Rossini 5 (40’ st Felleca sv) Laaribi 5 Franco 5,5 (30’ st Boscaglia sv) Blaze 5,5; Ricciardo 5 (30’ st Vivacqua sv) Actis Goretta 5 (40’ st Modic M sv). In panchina: De Brasi, Marchio, Piromallo, Germinio, Coppola, Calvanese, Modic A. Allenatore: Trocini 5,5

CATANIA (3-5-2): Pisseri 6,5; Aya 6,5 Bogdan 6 Tedeschi 6; Semenzato 6,5 Mazzarani 6,5 Bucolo 6 (17’ st Biagianti 6) Fornito 6 (17’ st Caccetta 6) Marchese 6; Ripa 7 (27’ st Correia sv) Curiale 6,5 (41’ st Esposito sv). In panchina: Martinez, Djordjevic, Lovric. Allenatore: Lucarelli 6,5

ARBITRO: Massimi di Termoli 6

MARCATORI: 29’ pt Curiale, 9’ st rig., 26’ st Ripa (C)

NOTE: spettatori 527. Trasferta vietata ai tifosi ospiti. Ammoniti: Franco, Rossini (R), Curiale, Fornito, Bucolo (C). Angoli: 2-2. Recupero: 2′ pt, 3′ st

RENDE (CS) – Il Rende perde contro uno spietato Catania capace di colpire l’avversario per ben tre volte. Doppietta di Ripa e sigillo di Curiale per il definitivo 0-3.

Squadre a specchio al “Marco Lorenzon”. Un 3-5-2 per le formazioni che hanno dato vita ad un match condizionato dalla pioggia battente caduta in città. Il Rende rinuncia a Gigliotti per squalifica ma ritrova Felleca e Piromallo. Sulle fasce spazio a Godano sulla destra e a Blaze sulla sinistra mentre in attacco la coppia è quella formata da Ricciardo e Actis Goretta: ancora panchina per Vivacqua. Il Catania arriva in Calabria con diversi problemi. Indisponibili Blondett, Di Grazia, Lodi, Rossetti e Russotto mentre recuperano Biagianti, Caccetta e Djordjevic. In avanti spazio a Curiale e Ripa con Mazzarani che si posiziona interno di centrocampo.

Curiale porta in avanti il Catania

La squadra di casa inizia con il piede giusto attaccando la seconda in classifica sin da subito. Il Rende sfiora il vantaggio al minuto 19. Rossini prova un diagonale di prima intenzione ma la palla viene deviata dalla retroguardia etnea. Il Catania dal proprio canto cerca di giocare sulle fasce che, in fase di non possesso, sono ricoperte da Semenzato e Marchese.

I siciliani provano la conclusione con Mazzarani da fuori area: palla alta sopra la traversa. Il Catania trova il vantaggio al 29’ con un preciso colpo di piatto da pochi passi: nulla può l’estremo difensore Forte. Poco prima del minuto 40 calcio di punizione insidioso sul quale, però, nessun calciatore biancorosso riesce a respingere in rete. Conclusione smorzata di Blaze, sul finire del primo tempo, dopo un’azione confusa sponda Rende. Miracolo di Pisseri dopo il tiro ravvicinato di Franco: palla in angolo.

La doppietta di Ripa chiude i giochi

Al 8’ della ripresa Massimi di Termoli concede un rigore al Catania per fallo in area subito da Aya. Dal dischetto si reca Ripa che raddoppia i conti al “Lorenzon”. All’ora di gioco entra Godano al posto di Viteritti. Trocini, con questo cambio, cerca di riaprire la partita. Doppio cambio invece per il Catania al minuto 17: escono Fornito e Bucolo ed entrano Caccetta Biagianti.

Errore madornale in disimpegno di Pambianchi al 26’. Mazzarani recupera palla e serve Ripa che sul primo palo non lascia scampo a Forte. Il Rende cerca di riaprire il match ma Pisseri è in giornata di grazia e si oppone con grande sicurezza. Chiave dell’incontro in mano al Catania che porta a termine la gara grazie ai suoi attaccanti. Tre reti, tutte di marca etnea, che sanciscono la vittoria dei siciliani.

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com