8@30 in piazza

Castrovillari vuole gemellarsi con città della Romania e Finlandia per sviluppare politiche pro-ambiente e occupazione giovanile

CASTROVILLARI (CS) – Su proposta dell’assessore Loiacono, la giunta comunale di Castrovillari ha deliberatoun atto d’indirizzo per gemellare la capitale del Pollino con alcune città europee per incentivare l’occupazione giovanile e per la tutela dell’ambiente.

Per prima cosa si intende valutare la fattibilità di un gemellaggio con la Città rumena di Arad, visitata, con la missione esplorativa in seno a “Confindustria Giovani Cosenza”, dall’Assessore Loiacono alcuni giorni fa, per sviluppare progetti per il miglioramento delle qualità ambientali e la creazione di posti di lavoro legati a questa esigenza sempre più importante.

Così Castrovillari diventerà il Comune capofila all’interno di un progetto europeo a Tre, che vedrà protagonista anche le città di Arad e Lahti. Quest’ultima, finlandese, è famosa per il suo impegno in ambito ambientale. “Il progetto – ricorda Loiacono –  coinvolgerà anche altre amministrazioni pubbliche italiane e valorizzerà il nostro patrimonio ambientale.”

Arad, poi, cittadina di 172 mila abitanti, collocata nel centro dell’Europa, si è candidata ad essere Città europea della cultura, e dal 1 gennaio 2014 la Romania sarà oggetto degli aiuti dell’Unione Europea essendo inserita all’interno dell’Obiettivo Uno. “Per tali motivi il valore del gemellaggio con questo contesto, in grande espansione,  rappresenta – ha spiegato Loiacono – una scelta fortemente strategica per collocare Castrovillari in un rapporto privilegiato con le altre nazioni europee al fine di creare posti di lavoro per i nostri giovani laureati, per la nostra manodopera specializzata, aiutando, così, anche le nostre imprese in crisi a valutare il mercato europeo e poter intercettare quelle opportunità d’investimento, fondamentali per la loro crescita.”

Un’occasione da non perdere per la crescita delle nostre comunità “che – conclude Loiacono – non possono prescindere, come hanno deciso per il loro sviluppo,  dalla sostenibilità e, quindi, da un Territorio, pulito e salubre, i cui tesori naturali costituiscono la parte essenziale ed integrante dello stesso che, con l’intero patrimonio storico-artistico, sono l’essenza di una capacità propulsiva che da sola, se saputa interpretare, è una miniera di opportunità per la creazione di occupazione  tra l’aspetto conoscitivo, promozionale e conservativo con cui la Calabria e le nostre Zone si caratterizzano.”

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top