Attualità

Medicina e Persona, un incontro per rispondere alle esigenze dei pazienti

CASTROVILLARI (CS) – A Tu per Tu con il  pressante “bisogno di salute” che proviene dalla gente a cui deve rispondere continuamente l’organizzazione sanitaria e assistenziale con proprie capacità e strumentazioni.

Con questi presupposti il pomeriggio di sabato 25 marzo, nella sala conferenze dell’ospedale di Castrovillari,  si è tenuto un incontro  degli aderenti, nel Mezzogiorno d’Italia, a “Medicina e Persona”, libera associazione fra operatori sanitari, nata nel febbraio del 1999, con l’intento di essere strumento per  la valorizzazione delle intuizioni, delle intelligenze e delle capacità umane e professionali nel campo  della cura e dell’assistenza alla persona.

Al centro del corso-convegno , che ha messo a confronto specialisti su come vivono la professione tra di loro e nel rapporto con i pazienti, la sofferenza delle persone malate e l’esigenza che scaturisce da loro , dalla loro fragilità durante l’esistenza quando devono interfacciarsi con il sistema sanitario per le loro patologie.

 Una full immersion tra testimonianze ed esperienze di medici, socio sanitari e pazienti per riaffermare l’importanza di uno sguardo umano ”verso l’altro e ridirsi l’esigenza di significato della persona rispetto al bisogno di salute, di assistenza e della vita stessa.”

Di fatto uno dei doveri umani  più vincolanti  per ognuno, che è un ambito di responsabilità comune.

L’iniziativa, che ha coinvolto anche la mattinata di domenica 26 con un confronto- dibattito tra pubblico ed esperti,  ha interessato , nel complesso, obiettivi formativi riguardanti: l’integrazione interprofessionale e multi professionale nonché interistituzionale, tenendo ben presenti gli aspetti relazionali, fondamentali, e sempre più importanti nella comunicazione interna, esterna, con il paziente e per l’umanizzazione delle cure.

Per loro sono stati richiamati e dibattuti gli elementi- principi che consistono l’etica bioetica e la deontologia nella professione medica. Non a caso una delle problematiche più sentite oggi è quella della estrema specializzazione delle competenze. Tale situazione è inevitabile per l’enorme incremento delle conoscenze, ma espone- è stato sostenuto- al rischio di frammentazione della cosiddetta gestione del paziente.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com