Attualità

Protesta dei vigili del fuoco a Roma, presente anche una delegazione calabrese

ROMA – Insieme alle delegazioni regionali provenienti da tutta Italia, anche una delegazione calabrese ha raggiunto la Capitale per partecipare al sit-in organizzato dal sindacato autonomo CONAPO. Un sit-in pacifico e silenzioso, fatto con il lutto al braccio per le vittime dell’incidente  avvenuto in Puglia, e in segno di vicinanza ai familiari e ai colleghi pugliesi.”Da anni sappiamo che cosa voglia dire lavorare per i cittadini e, purtroppo, in questi terribili incidenti – ha detto il segretario generale Antonio Brizzi – la protesta era stata organizsata da tempo, ma vogliamo dare un segno di rispetto alla Puglia. oggi siamo qui per direche vogliamo essere trattati come gli altri Corpi di polizia civile dello Stato”.  I Vigili del fuoco chiedono linserimento nel Comparto sicurezza ovvero trattamento retributivo e pensionistico pari agli altri Corpi dello Stato. Presente anche il SAP sindacato autonomo della polizia, il sapaf sindacato autonomo Forestale, il sappe sindacato autonomo polizia peniteniaria e e alcuni politici.
I vigili del fuoco percepiscono dalle 300 euro in meno rispetto ai loro colleghi degli altri Corpi e non godono degli stessi trattamenti pensionistici, ma vivono lo stesso rischio lavorativo (in alcuni casi anche maggiore). La grave carenza del personale persiste (mancano circa 3000 vigili del fuoco in Italia su un organico di 30 mila). Letà media del personale è di circa 48 anni: troppo elevata e poco compatibile con la prestanza richiesta. Per questi problemi il CONAPO lotta da oltre 30 anni confermandosi come lunico sindacato che si batte per i diritti dei vigili del fuoco.
Il CONAPO rivolge un appello ai politici con soluzioni che non toccano le tasche degli italiani. Tra laltro, accorpare e mettere a fattor comune i costosi dipartimenti romani della pubblica sicurezza e del soccorso pubblico con risparmi notevoli. Il sindacato propone, inoltre, di utilizzare i 50 milioni di euro allanno che derivano dal 50% dei risparmi dovuti alla  assurda soppressione/militarizzazione del Corpo Forestale dello Stato (qualora venga attuata). Per ottenere un risparmio, per il Conapo, si dovrebbe distinguere tra vigili del fuoco e impiegati e tra vvf permanti e volontari.
Con il sit-in di oggi proseguono le iniziative promosse a ritmo serrato dal sindacato autonomo. Due giorni fa lo sciopero di 4 ore in tutte le sedi dItalia. A maggio la protesta davanti alle Prefetture e la consegna del documento con le richieste ai Prefetti. Nello stesso mese, a Roma, protesta davanti alla sede del Pd e dellNcd.
Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top