Cultura&Spettacolo

Allo specchio con Frida Kahlo, viaggio itinerante sulla collettiva che la narra

250397_10205998156890170_5879473804938811142_n

I protagonisti del Convegno anche l’artista Eduardo Bruno (secondo da sinistra)

Una mostra su Frida Kahlo, un’artista del secolo scorso, che seppe trarre dalla sua sofferenza fisica, quella forza mentale che le permise di arrivare a essere una delle più affermate artiste del Surrealismo. Una serie di vicende dolorose della sua esistenza la porta a essere una delle eccellenti pittrici, ma fu anche scrittrice. Riproposta attraverso l’opera di numerose artiste e poetesse del territorio, oltre che di estimatori ed estimat11535920_10205998107888945_7536221230796597849_nrici di Frida, (tra cui la professoressa Marilù Pallone) presso la Torre Normanna di San Marco Argentano, Cs inaugurata dal Sindaco della Cittadina, Virginia Mariotti, lo scorso 20 giugno e che rimarrà aperta al pubblico  fino al 28 giugno prossimo, questa mostra sarà itinerante con tappa a Reggio Calabria e Altomonte nei mesi di Luglio ed Agosto prossimo. Gli organizzatori delle due serate di San Marco Argentano, dal titolo: “I colori dell’anima: Frida Kahlo”, il direttore artistico, l’artista, Morena Dipressa, la sociologa e delegata della Scuola di Poesia, del Preposto al Nobel Cavalier Silvano Bortolazzi, Esperia Piluso e l’Associazione Aletheia. Le due serate del 20 e 21 giugno scorso sono state aperte da un convegno presso la sala consiliare del Comune per poi spostarsi presso la Torre Normanna. Hanno presieduto, la consigliera comunale, Aquilina Mileti, il Sindaco della Città, Virginia Mariotti, Morena Dipressa, l’Assessore provinciale, l’onorevole Giulio Serra, Emilio Tricanico presidente dell’associazione Aletheia e l10996762_10205998125969397_5633697017595542005_na dottoressa Esperia Piluso, che ha concesso una sua intervista, ha moderato i lavori, il direttore della Voce della Calabria.it il giornalista Gianfranco Bonofiglio. Il reading poetico è stato diretto dalla Coordinatrice interregionale e presidente onorario della Calabria per la 10014665_10205998124689365_4743534680141435254_nScuola di Poesia, Lucia De Cicco, giornalista e autore di poesie. Sponsor della serata Barbieri di Altomonte, MMA di Cosenza, Senzafili. Org, Project assioteca, Birra Fridda Kahla, Centro Revisioni Gidercar, con il patrocinio della Provincia di Cosenza, della Provincia di Reggio Calabria, del Comune di San Marco, dell’Associazione Aletheia, della Proloco della Città, di Barbieri di Altomonte e della Scuola Unione Mondiale dei Poeti del Cavalier Bortolazzi. È stato redatto anche un catalogo con tutte le opere esposte degli artisti del territorio e non solo era presente anche un’artista Argentina e dell’Uruguay, con un’introduzione ripresa da Diego Rivera, artista che fu legato da sentimenti di s11535821_10205998136609663_258321291078002199_ntima e di affetto alla Kahlo e che ancora oggi appare come il suo miglior critico. Le artiste in catalogo, Adele Lo feudo, Rita Mantuano, la fotografa Carmela Paonessa, con una Frida allo specchio, così come lo specchio, rappresentò per tanti anni la finestra sul mondo per la Kahlo, Eleonora Cipolla, Erminia Fioti, Celeste Fortuna, con una Frida affacciata alla finestra, da cui il mondo dell’arte divenne il 11220862_10205998161290280_963508034627255513_nsuo volare pur non potendosi muovere per molto tempo dal suo letto di sofferenza a seguito di un incidente, Morena Dipressa, interessanti le sue opere, riportano piccoli oggetti e animali, così come soleva fare la stessa Frida nelle sue opere e con un tocco di simbolismo araldico, che l’artista rimarca tra sacro e profano, con riferimenti biblici oltre che storici, come il simbolo della Maddalena, e la farfalla che Frida amava tanto Maria Santoro, Franca Fragale, Marta Guida, Viviana Mazza, Tersa Boero, Francesca Procopio, Noemi Silvera. Questa,1467458_10205998179410733_3871983388745901148_n fanno sapere Esperia Piluso e Morena Dipressa, vuole essere una rivoluzione culturale ma, anche, una rivoluzione al femminile, che nasce proprio da un sodalizio tra una mente tecnica e artistica con una mente antropologica e poetica, come il tutto vive in un essere umano, tutto può vivere anche in una società strutturata come la nostra.

Leggi le interviste allegate a questo articolo, di Lucia De Cicco:

Intervista alla sociologa Esperia Piluso

INTERVISTA a Eduardo Bruno

11350420_10205998088848469_5035230453498224763_n11012452_10205998089448484_5786971082508421159_n

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com