Cultura&Spettacolo

AltArt ospita la mostra fotografica X

COSENZA – Bambini che scorrazzano nel prato, persone che chiacchierano tra di loro godendo degli ultimi raggi di un tramonto ancora caldo e il cucciolo Alarico che va incontro a tutti visitatori per dare loro il benvenuto, questo lo scenario di ieri pomeriggio durante l’inaugurazione della mostra  fotografica X di Eleonora Bifano e Francesca Palmieri presso l’Associazione culturale Alt-Art creazioni in corso allestita da Stefania Lecce.

Eleonora e Francesca sono due artiste, due ragazze diverse, una giornalista l’altra grafica, che decidono di collaborare per dare vita a un progetto attraverso una grande passione in comune, la fotografia.

Forme di luce - Francesca Palmieri

Il loro progetto nasce con un intento ben definito che è quello di indagare il mondo intimo della follia, dell’alienazione , dell’esasperazione attraverso una serie di scatti realizzati per la maggior parte nell’Umberto I, l’ex casa di cura cosentina, scatti che ritraggono figure femminili che nascoste nella penombra svelano tutte le loro infinite molteplicità. Donne spaventate, logorate ma anche confortate da una luce che nonostante tutto resta lì per dare la speranza di una realtà diversa.

Il cielo è un occhio che non vede - Eleonora Bifano

Ed ecco che X diventa molte cose, una croce obliqua che al suo centro diventa il punto di un pacifico incontro ma al tempo stesso espressione dell’infinità inconoscibile dell’io, donne che lottano ostinate contro gli altri e contro se stesse per la propria verità, che diventano l’assoluto ma che nel tentare di capire si feriscono, donne che camminano sul bordo tra il disincanto e il desiderio, tra il giudizio e l’eccesso, in una pausa viva in attesa di quella spinta che faccia capire loro a quale delle due metà appartengano veramente.

Gli scatti sono tanti piccoli momenti diluiti durante i quali si metabolizza senza fretta ogni singola sfumatura del tormento fino a raggiungere una catarsi che inevitabilmente porta a sentire il peso della sofferenza, ma poi c’è una finestra dalla quale si potrebbe scorgere il cielo, una strada e forse anche dei vecchi demoni ma che diventa l’emblema della speranza, della rinascita, della fuga da una realtà che rende prigioniere.

La mostra X resterà aperta e visitabile fino al prossimo 9 luglio.

Gaia Santolla

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com