Cultura&Spettacolo

Presentato il Festival del Giallo e del Noir, a Cosenza il 27 e il 28 Novembre

COSENZA – L’edizione 2015 è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa che ha fatto registrare la presenza dell’Assessore alla Comunicazione e agli eventi del Comune di Cosenza Rosaria Succurro, del direttore artistico del Festival Giovanni Guagliardi, del Presidente dell’Associazione “Prospettiva Avvenire” Antonio Lento e di Anna Cipparrone, direttrice del MAM (Museo delle arti e dei mestieri) della Provincia di Cosenza,  una delle location del Festival, insieme al Chiostro di San Domenico dove si è tenuto l’incontro con i giornalisti.84ab62cbd428007a501f087f49c6915b
La terza edizione del Festival ospiterà, in una intensa due giorni, prevista per venerdì 27 e sabato 28 novembre, alcuni degli scrittori più in vista e più quotati del panorama nazionale della letteratura di genere che dialogheranno con lettori ed appassionati parlando del loro stile, delle loro opere e degli investigatori cui hanno dato vita nei loro romanzi o racconti. Prevista la presenza di Gianni Simoni, Giovanni Negri, Gianluca Arrighi, Roberto Riccardi e Franco Sumberaz nella giornata di venerdì 27 novembre, e di Gianluca Morozzi, Mimmo Gangemi (che gioca in casa essendo calabrese), Vito Bruschini e i rappresentanti della scuola napoletana del giallo Stefano Piedimonte e Antonio Menna, nella giornata di sabato 28 novembre che sarà chiusa da Alda Teodorani.
Oltre agli incontri con l’autore, la manifestazione riserverà inoltre, una mostra a tema, dal titolo “Scatti in giallo”, ospitata da oggi fino al 2 dicembre prossimo al Museo delle arti e dei mestieri (MAM) di Corso Telesio. Si tratta di 35 tavole fotografiche ispirate alle tematiche giallo-noir e realizzate per l’occasione da fotografi di riconosciuto valore, in ambito nazionale, come Daniele Luxardo (discendente di una dinastia di fotografi del cinema e della cosiddetta “dolce vita”) e Fabio Vittorelli, specialista della fotografia “di strada”, accanto ai quali esporranno anche fotografi cosentini e calabresi di particolare talento e interesse.
Il Festival non mancherà di esaltare l’eterno connubio tra il giallo e il cibo, di cui sono emblemi investigatori del calibro di Nero Wolfe, Maigret e, per restare a noi più vicini, il commissario Montalbano, uscito dalla penna di Andrea Camilleri. E a Cosenza, infatti, nei due giorni del Festival, si respirerà anche aria di Vigata, il paese siciliano dove sono ambientate le indagini del Commissario Montalbano. In omaggio ad Andrea Camilleri e al suo celebre eroe saranno, infatti, distribuiti ai presenti “Gli arancini di Montalbano” preparati dagli studenti e dai docenti dell’Istituto Alberghiero “Mancini” di Cosenza. Sempre per restare al legame tra giallo e cibo, domenica 28 novembre, alle ore 10,00, alcuni degli scrittori ospiti della manifestazione si presteranno a fare colazione con i lettori al Bar Due Palme.
A completare il quadro degli appuntamenti del festival, anche la ricostruzione di una “Scena del crimine”, in Piazza 11 Settembre, in programma giovedì 26 novembre, alle ore 18,00.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com