Cultura&Spettacolo

Un museo all’aperto per Rende

RENDE (CS) – Da ieri il Municipio di Rende ha nell’area verde antistante otto sculture metalliche dell’artista newyorkese Justin Peyser, denominate “alla deriva” che provengono dal Museo Bilotti all’Aranciera di Villa Borghese a Roma dove sono state esposte dalla Soprintendenza Capitolina. Le opere sono state esposte anche in altri musei istituzionali quali Ca’Zenobio a Venezia, PAN Palazzo Arte Napoli e il Maschio Angioino della città partenopea, dove è esposto il famoso Elmo di Paladino. Inoltre Peyser ha esposto negli Horti Leonini di San Quirico d’Orcia che rappresentano prototipo dei giardini rinascimentali all’italiana. statue-6Questo nucleo di opere rappresenta un piccolo museo all’aperto con la stessa strategia culturale del MAB finalizzata alla convivenza del quotidiano in mezzo alle migliori espressioni artistiche. Il MAB è stato concepito 10 anni fa come repertorio dei massimi scultori italiani del XX secolo noti internazionalmente. Il progetto si è interrotto per la scomparsa del fondatore Carlo Bilotti che, oltre alle attuali sculture, aveva previsto opere  di Alberto Giacometti, Ettore Colla, Arturo Martini, Marino Marini, Francesco Messina, Pericle Fazzini, Mirko Basaldella, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Umberto Mastroianni, Andrea Cascella, Arnaldo Pomodoro, Giò Pomodoro, Antonietta Raphaël Mafai (di questi ultimi il MAB a breve si arricchirà di due opere storiche).

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top