Primo Piano

Scajola e il lungo lavoro dei magistrati calabresi

Come riporta l’Ansa in base a fonti investigative,  si prospetterebbe molto lungo e delicato, il lavoro di verifica e di accertamento sulla carte sequestrate a Claudio Scajola, l’ex ministro arrestato insieme ad altre sette persone per aver favorito la latitanza di Amedeo Matacena. Saranno personalmente i magistrati della Dda di Reggio Calabria a visionare la mole impressionante di documenti che sono contenuti in oltre cento faldoni e che sono custoditi nel centro Dia di Genova.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com