Società&Partecipazione

Giornata di auguri e regali al centro d’accoglienza S.Anna

CROTONE – Tradizionale scambio di auguri al centro d’accoglienza S.Anna, tra i dirigenti e gli ospiti della struttura, organizzato dagli operatori della Misericordia.

Uno scambio di auguri non convenzionale, con una particolare sfilata di abiti tipici della cultura pachistana e di quella irachena, confezionati a mano dalle signore del laboratorio delle donne. Il presepe, i lavoretti artigianali per i dirigenti e i pupazzetti per i bimbi, sono stati realizzati a mano con il contributo di tutti gli ospiti dei laboratori della struttura: laboratorio di pittura, ludoteca e laboratorio donne che insieme hanno lavorato per la realizzazione dell’iniziativa, coordinati dalla responsabile delle attività didattico ricreative, Rossella Stillitano.

“E’ stato un anno difficile – ha detto Maria Atonia Spartà, dirigente dell’ufficio immigrazione della Questura di Crotone – sia per il sistema dell’immigrazione che è stato messo a dura prova, che per ogni singolo cittadino a causa della crisi dilagante. Ma ce l’abbiamo fatta, abbiamo superato le difficoltà e in questa atmosfera di festa, nella quale ognuno è impegnato nella corsa ai regali, dobbiamo pensare a quanti soffrono o non hanno la famiglia, come gli ospiti stessi del Centro”.

Hanno formulato i loro auguri anche Francesco Tipaldi, direttore del Centro, il quale ha stilato un bilancio dell’anno appena trascorso evidenziando che “questo momento di festa, è il frutto del lavoro di tutti gli ospiti e operatori del Centro” e Leonardo Sacco, vicepresidente Nazionale della Confederazione Nazionale d’Italia.

“Mi auguro che questo spirito di positività – ha invece commentato don Edoardo Scordio, correttore spirituale degli operatori di Misericordia – dopo un anno di sbarchi e tragedie del mare, possa vivere dentro di voi per tutto l’anno e aiutarvi nei momenti più difficili”.

Erano presenti inoltre il vicequestore primo dirigente responsabile della sicurezza del Cda Antonio Ferrante, il vicario del Prefetto di Crotone, Maria Carolina d’Ippolito, i responsabili dell’ufficio immigrazione del Centro, l’assessore provinciale Alessandro Carbone, le componenti della commissione pari opportunità della Provincia di Crotone e alcuni membri dell’associazione “Idea”, guidati dal presidente Leonardo Fuscaldo e da don Gianni Filippelli, che attraverso l’iniziativa il “Ri-giocattolo” hanno donato ai bambini del Centro giocattoli personalizzati a seconda dell’età, alcuni arredamenti per l’area nursery e giochini per la ludoteca.

Hanno contribuito invece attraverso il progetto “Un gioco per la Ludoteca di Lampedusa” alcuni genitori della Scuola Leonardo Da Vinci di Empoli, guidati da Massimo Senatore, che hanno raccolto e inviato alla ludoteca del Centro tantissimi scatoloni di giocattoli.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top