Calcio

Il Foggia punisce la Vibonese

Foggia – Vibonese 3-0

FOGGIA (4-3-3): Guarna; Angelo Coletti Empereur Rubin; Agnelli (35’st Padovan) Vacca Riverola (15’st Quinto); Sarno Mazzeo Chiricò (25’st Sainz-Maza). In panchina: Sanchez Loiacono Letizia Martinelli Agazzi Sicurella Dinielli Sansone Gerbo. All.: G. Stroppa
VIBONESE (4-4-2): Russo; Franchino Sicignano Manzo Sabato; Scapellato Yabre Giufrida Paparusso (5’st Cogliati); Leonetti (21’st Rossetti) Saraniti (32’st Di Curzio). In panchina: Cetrangolo Chiavazzo Legras Cinquegrana Tindo Lettieri Buda Mengoni Usai. All.: M. Costantino
ARBITRO: Enrico Mancini di Fermo (assistenti Claudio Cantiani di Venosa e Alessandro Salvatori di Rimini)
MARCATORI: 40′ pt Riverola, 19’st Mazzeo, 32’st Sarno
NOTE: gara giocata a porte chiuse. Ammoniti: Paparusso, Giuffrida, Sabato (V), Riverola (F). Angoli 7-2. Rec. 1’pt e 5’st.

FOGGIA – Trasferta pugliese negativa per la Vibonese che si è trovata però difronte un avversario decisamente ostico. La squadra di Massimo Costantino non impensierisce mai veramente il Foggia di Stroppa e torna a casa con un mesto 0 a 3. Il primo tempo scorre via con poche emozioni, almeno fino al 40′ quando arriva il vantaggio di Riverola. Il secondo tempo è da dimenticare per gli ospiti calabresi. Il Foggia si dimostra squadra compatta e di qualità superiore e al 19′ raddoppia con Mazzeo. Al 32′ Sarno chiude la partita per i padroni di casa sul 3 a 0.

Il Foggia ha dimostrata insomma di essere proprio la corazzata di cui si dice di un gran bene. Vibonese stasera rinunciataria e con poca personalità a centrocampo. Da rivedere contro altri avversari. Intanto sulla profilo facebook della squadra si legge: «Non c’è da ritornare con i piedi per terra, perché i piedi li abbiamo tenuti sempre ben saldi al terreno. Abbiamo accolto con il sorriso la prima vittoria con il Fondi e registriamo con serenità anche questa sconfitta di Foggia contro un avversario costruito per vincere il campionato. Ripartiamo subito, anche perché mercoledì pomeriggio (ore 16,30) si torna in campo e pure stavolta l’avversario è di quelli tosti. Arriva il Matera e non dovremo commettere errori». La società chiede ai tifosi di star vicino alla squadra: «Servirà, anche stavolta, l’aiuto del pubblico. Per salvarsi c’è bisogno di tutto, anche di calore e sostegno».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com