Altri Sport

Viola, scendono in campo le giovanili

Viola - Roberto Priolo

REGGIO CALABRIA – Per una Viola che domenica dopo domenica scende sul parquet provando a difendere la serie B appena raggiunta, ce n’è un’altra che, dopo esser stata messa un po’ in ombra dal COVID-19, non vede l’ora di scendere in campo. Stiamo parlando del settore giovanile della Pallacanestro Viola, le cui chiavi sono state affidate a Roberto Priolo (foto), dirigente con trascorsi importanti nelle selezioni della Fip Calabria, oltre alle esperienze con VIS e Scuola Basket Viola.

«C’è una squadra iscritta all’under 16 d’eccellenza dal settembre dell’anno scorso – ha tenuto a precisare il responsabile del settore giovanile della Pallacanestro Viola – Poi la pandemia a fine ottobre ci ha fermato, ma dal 15 gennaio scorso siamo tornati ad allenarci per ben cinque giorni a settimana utilizzando un protocollo sanitario dalle misure ancor più stringenti di quelle previste da quello della Federazione uscito poi nei mesi successivi. Esso, ad esempio, per quanto concerne gli allenamenti, non prevede per l’attività giovanile i tamponi, che noi invece puntualmente facciamo da Gennaio con cadenza bisettimanale, pur non essendo appunto previsto per il protocollo degli allenamenti, con il fine di tutelare i nostri ragazzi, i membri dello staff, e soprattutto, le loro famiglie. In un momento storico come quello che stiamo attraversando questa è da sempre stata la nostra priorità».

«La settimana scorsa – prosegue Priolo – la Federazione ha richiesto alla società la conferma dell’iscrizione al campionato under 16 d’eccellenza  e noi come Pallacanestro Viola abbiamo subito manifestato la nostra volontà di confermare l’ iscrizione. Al momento siamo in attesa dell’emanazione dei calendari che dovrebbero uscire fra la fine di marzo e i primi di aprile. Siamo una delle pochissime società che ha ripreso gli allenamenti in forma stringente già da metà gennaio, ben cinque su base settimanale, di cui uno specificatamente dedicato alla preparazione fisica, utilizzando la preziosa collaborazione di Santo Vazzana e del nostro staff tecnico composto dai coach Seby D’Agostino e Massimiliano Modaffari. Non vediamo dunque l’ora di cominciare».

«Per i ragazzi del settore giovanile – ha concluso Priolo – la ripresa degli allenamenti, in un momento come quello attuale, rappresenta un importante momento di socialità che di questi tempi è oro colato, viste le pochissime occasioni che i nostri ragazzi hanno per stare insieme, e soprattutto è un modo per riprendere l’attività fisica così i nostri ragazzi dimenticheranno in fretta la vita sedentaria che hanno dovuto affrontare durante il primo lockdown».

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com