8@30 in piazza

A rischio di negazione il diritto all’assistenza nella Casa famiglia ”San Renato” di Scandale”

Marilina Intieri interpella le istituzioni

Catanzaro, 5 lug 2012 – Il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, Marilina Intrieri, ha segnalato al Presidente della Regione Calabria, al Prefetto di Crotone ed al Presidente del Tribunale dei minorenni di Catanzaro,” il rischio di negazione del diritto alla assistenza, al mantenimento, all’educazione e all’istruzione per i minori ospiti, a vario titolo, nella Casa Famiglia ”San Renato” di Scandale”. L’ Autority e’ stata informata che, a seguito delle procedure di verifica di cui al D.M. 40/2008, il Comune di Scandale non ha versato alla casa famiglia ”San Renato” le somme ad essa erogate dalla Regione Calabria a titolo di secondo acconto- contributo retta anno 2011 per prestazioni rese in favore di minori. Il Garante ha comunicato di aver inoltrato richiesta di accesso agli atti amministrativi al fine di verificare la legittimita’ del provvedimento di sospensione e la sua conformita’ al D.M. 40/2008. Il Garante ha evidenziato la situazione di grave rischio per l’attuazione dei diritti dell’infanzia atteso che la casa famiglia e’ posta nelle condizioni di garantire le cure e i servizi ai minori ospiti. ”La soluzione non puo’ essere un ricollocamento ‘amministrativo’, dei minori presso altre strutture come sta avvenendo” ha dichiarato il Garante.
ASCA
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com