Cronaca

Sciolto per infiltrazioni mafiose il comune di Lamezia Terme. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri

LAMEZIA TERME (CZ) – Alla fine è arrivato lo scioglimento del consiglio comunale di Lamezia Terme. La decisione è stata presa dal Consiglio dei Ministri che si è svolto nel pomeriggio a Roma che ha deciso di chiudere in anticipo l’esperienza di Paolo Mascaro alla guida della città. Alla base dello scioglimento le infiltrazioni mafiose che ne avvennero caratterizzato il percorso amministrativo. Per Lamezia Terme si tratta del terzo scioglimento sempre caratterizzato dalla stessa motivazione. A nulla è valso lo sciopero della fame portato avanti in questi giorni dal sindaco Paolo Mascaro che in tutti i modi ha cercato di farsi ascoltare dalla Commissione antimafia. Al momento non sono state rese note le motivazioni ma non è da escludere che Paolo Mascaro, una volta lette, farà ricorso al Tar.

Adesso, in attesa del Decreto del presidente Mattarella, il Prefetto sospenderà gli organi in carica. Poi nei prossimi giorni arriveranno in città i commissari straordinari che rimarranno in carica un anno e traghetteranno la città a nuove elezioni.  

Print Friendly, PDF & Email





To Top