Cultura&Spettacolo

C’è un ragazzo che come me…Morandi artista immenso e intramontabile (FOTO e VIDEO)

REGGIO CALABRIA – Missione compiuta. Rosanna è riuscita ad incontrare Gianni Morandi prima dello spettacolo e regalargli le foto ricordo di suo papà Luigi insieme a all’artista, allora ventitreenne, datate 29 e 30 marzo 1967. Entrambi in servizio militare ad Arma di Taggia, in provincia di Imperia.

Ci sono storie che durano in eterno, legate da un filo impercettibile, ma indelebile.  Poi ci sono storie lunghe cinquanta anni che a distanza di così tanto tempo tornano a far sognare e commuovere.  La missione speciale di Rosanna è stata portata a termine, oltre ogni aspettativa. Consegnare a Gianni Morandi, per conto di suo papà Luigi, due vecchie foto di loro commilitoni. Era il 30 marzo 1967 ed entrambi erano due giovani reclute ad Arma di Taggia.  Quelle foto, per anni sono state gelosamente conservate da Franca, la mamma di Rosanna, che di Gianni Morandi era una fan accanita e tra le più affezionate. Una passione quella per l’allora ragazzo di Monghidoro che l’ha accompagnata per tutta la sua vita. E certamente Franca ieri sera avrà fatto la sua parte da lassù. Una storia d’amore e di ricordi che ha toccato il cuore dello stesso Morandi fino alla commozione.

  

 

Gianni Morandi prima dello spettacolo accoglie e saluta i fan nei camerini

Una semplicità disarmante quella di Morandi, eterno evergreen,  con la quale ha dispensato affetto, sorrisi, foto e video, ricevendo in cambio, in maniera altrettanto affettuosa, tante prelibatezze tipiche della terra di Calabria. «Ritornare qui, a distanza di qualche hanno – ha confessato – è sempre una grande emozione. Sono profondamente legato alla Calabria e alla sua gente. Custodisco ricordi carichi di significato, primo tra tutti quelli con il mio amico Mino (ndr Reitano)». E un ricordo della Calabria ha voluto donarglielo il maestro orafo Michele Affidato che ha realizzato per lui il Pitagora D’Argento.

 

Un successo il suo live D’Amore D’Autore

Quando Morandi è salito sul palco, puntualissimo alle 21.00, il PalaCalafiore si è infiammato. E nonostante il prossimo dicembre il Gianni nazionale taglierà il traguardo delle 74 primavere, in scena è un animale da palcoscenico, ancora un eterno giovanotto che da oltre mezzo secolo appassiona con la sua musica e le sue canzoni generazioni intere. E ieri sera in riva allo Stretto, unica tappa calabrese del suo tour D’Amore D’Autore, targata Maurizio Senese ed Esse Emme Musica, ha regalato grinta, energia, simpatia, irriverenza e vitalità miste a nostalgia e malinconia.  Agli intramontabili successi di una vita, si sono susseguiti i brani del suo ultimo lavoro discografico che portano la firma di altrettanti grandiosi nomi del panorama musicale italiano, da Ligabue a Ivano Fossati, da Elisa a Giuliano Sangiorgi a Fiorella Mannoia. Primo tra tutti, “Bisogna fare luce”, da tempo tra migliori hit italiane. Non è mancato poi l’omaggio a Lucio Dalla con una toccante versione di “Caruso”. Un live d’eccezione che annovera ancora una volta gli eventi di Esse Emme Musica tra i migliori in Calabria. E a grande sorpresa lo stesso Senese ha annunciato che Gianni Morandi sarà uno dei protagonisti della Summer Arena di Soverato il prossimo 19 luglio.  Intanto a Cerisano il video messaggio di Gianni Morandi è stato recapitato al signor Luigi che lo ha accolto con infinito piacere e altrettanta commozione. Forse un giorno si incontreranno nuovamente, magari tra cinquant’anni. Chissà.

 

 

Raffaella Aquino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top