Cultura&Spettacolo

Giornata della memoria, a Tarsia e Mendicino in scena “La partita di scacchi”

TARSIA (CS) – In prossimità della settimana commemorativa dedicata alla  Giornata della Memoria, l’associazione culturale e teatrale “Maschera e Volto”,  da diversi anni propone, presso il campo di internamento Ferramonti di Tarsia, dei matinée dedicati alle scuole della performance teatrale intitolata “La partita di scacchi“. In via del tutto eccezionale, quest’anno, oltre al consueto appuntamento che avrà luogo domani presso il campo, dalle 9,30 alle 13,30,  l’associazione “Maschera e volto” replicherà lo spettacolo presso il teatro di Mendicino Giovedì 25 Gennaio alle 10 e alle 11.

L’iniziativa “La Partita di scacchi” aderisce al progetto La SHOAH DELL’ARTE 2018 ed ha ricevuto il Patrocinio di: MIBACT – UCEI – AICI – SIAE,  ECA, del Comune di Mendicino, del Teatro e della Biblioteca comunale P.P.Pasolini di Mendicino, dell’Istituto Comprensivo Statale di Mendicino, dell’Associazione Porta Cenere, del Comune di Tarsia e dell’Associazione Ferramonti.

LA PARTITA DI SCACCHI

La Partita di Scacchi, drammaturgia e regia di Imma Guarasci, è una performance  liberamente tratta  da “Memorie e
testimonianze” di Paolo Salvatore – Direttore del campo di Ferramonti (pubblicate in Voci da un campo di Concentramento Fascista 1940-1945 di Mario Rende, Milano, Mursia, 2009) e da Nina Weksler (Con la Gente di Ferramonti: mille giorni di una giovane ebrea in un campo di concentramento, Cosenza, Editoriale progetto 2000).
Le foto e i  video d’epoca, proiettate nel corso della performance, sono state gentilmente concesse dalla Fondazione Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia, dal Comune di Tarsia, dall’associazione Ferramonti.
Le foto odierne  di Pietro Scarcello e ritraggono il campo di internamento Ferramonti di Tarsia prima dei lavori di ristrutturazione.
La partita di scacchi è una performance di voci suoni e luci perché è una contaminazione di più generi: teatro d’attore, video proiezioni, foto.
Gli attori: Carmelo Giordano, Vicky Macrì, Imma Guarasci , Teresa Zaccaro, Lello Pagliaro, Chiara Marchianò;
(in  foto) Matilde Gabriele e Rossella Branca
Fotografie di Pietro Scarcello
Tecnico: Liborio Salerno
Costumi: Rosalba Catte
Coreografie Vicky Macrì
Durata: 1 h circa
Organizzazione Luigi Gaudio
La produzione e distribuzione de “La partita di scacchi” è a cura dell’associazione culturale e teatrale “Maschera e Volto”. La Partita di scacchi, per citare la famosa metafora filmica de “Il settimo sigillo” film di Ingmar Bergman, è la partita che si vince o si perde contro la morte. I personaggi si muovono su un’enorme scacchiera come pedine nelle mani dei potenti. Lo spettacolo è una performance di suoni, luci e corpi. Foto e video d’epoca del campo di concentramento Ferramonti di Tarsia interagiscono con le immagini e la presenza scenica degli attori che, in maniera evocativa, lasciano riaffiorare lo spirito e le sensazioni dei luoghi della memoria.
Lo spettacolo, pensato come un matinée per le scuole, è rivolto anche a tutti coloro che vogliano commemorare la Giornata della Memoria
Per Info e prenotazioni per partecipare alla visione dello spettacolo contattare Luigi Gaudio (Presidente)
Luigi Gaudio
Tel. cell.: +39 3401171488
Print Friendly, PDF & Email





To Top