Cultura&Spettacolo

Il direttore del Conservatorio “Giacomantonio” Antonella Calvelli in commissione cultura

COSENZA – Da tre anni alla testa del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, la pianista Antonella Calvelli non si è mai crogiolata solo e soltanto nel ruolo di direttore, ma considerando la musica un’esigenza insopprimibile, ha alternato e continua ad alternare la guida di una delle più importanti istituzioni musicali del territorio con l’attività concertistica, mettendosi continuamente in gioco, com’è nel suo modo di essere.

Antonella Calvelli è stata ospitata dalla Commissione Cultura di Palazzo dei Bruzi, presieduta da Claudio Nigro, su proposta del Consigliere Mimmo Frammartino che ha introdotto l’incontro ricordando il percorso formativo seguito dal direttore del Conservatorio cosentino. “Una personalità – ha detto Frammartino – si apprezza anche per la formazione che ha seguito e che, nel caso specifico,  risale ad illustri figure di insegnanti.” Antonella Calvelli ha avuto, infatti, alcuni fondamentali punti di riferimento: dal maestro Rodolfo Caporali, allievo di Alfonso Rendano, ad Anna Maria Pennella, uno dei nomi più prestigiosi del pianismo europeo, a Riccardo Brèngola, violinista di indubbio valore con il quale ha approfondito il repertorio cameristico.

Quando le tocca prendere la parola, Antonella Calvelli si dice “onorata e lusingata”, anche per il riconoscimento che la Commissione cultura le ha tributato, consegnandole il premio riservato alle eccellenze espresse dal territorio. “Considero un vero privilegio – ha detto – essere alla guida di una delle più importanti istituzioni musicali della città, dopo un percorso che mi ha visto prima allieva del Conservatorio dall’età di 10 anni e poi docente, a 18 anni. Ecco perchè dico che la mia città è stata generosa con me.”

Nel corso dell’incontro è stato, infine, proiettato un video del concerto tenuto da Antonella Calvelli, insieme all’Orchestra del Conservatorio, nel 2009 al Piccolo Teatro dell’Università: l’esecuzione del IV concerto di Beethoven per pianoforte e Orchestra.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com