Cultura&Spettacolo

Nino Forestieri chiude “Estate in casa Berto”

capo_vaticano[1]Capo Vaticano(VV)”Estate a casa Berto” termina il 28 agosto con un concerto live di Nino Forestieri il cantautore che rappresenta una delle realtà più significative dell’attuale panorama musicale regionale della canzone autorale. Nelle sue composizioni racconta di emozioni e ricordi, paesaggi e nostalgie e canta la storia e le bellezze della sua terra contrastata e difficile. Nei testi rivivono autentici fotogrammi delle meraviglie e delle contraddizioni del Sud, in una perfetta tessitura tra le sonorità e i ritmi della tradizione calabrese, accostati con sobrietà al pop attraverso arrangiamenti moderni ed equilibrati .Dopo numerose tournée regionali e nazionali e tre dischi, parte oggi con un nuovo progetto artistico assieme a due ottimi compagni di viaggio: Rosario Columbro, esperto e virtuoso chitarrista e Tato Barresi, giovane talento, alle percussioni. In questa nuova avventura proporrà numerosi brani inediti, oltre a quelli del suo vecchio repertorio, rivisti e riarrangiati in una rinnovata veste acustica più intima con originali interferenze jazz – blues. Il concerto sarà intervallato da letture di brani dai libri di Giuseppe Berto, a cura dell’attrice calabrese Jo Lattari , tratti in particolar modo dai libri dedicati alla Calabria.Antonia Berto ,Marco Mottolese e la stessa Jo Lattari, curatori della rassegna “Estate a casa Berto”, hanno dichiarato che “non avevamo assolutamente previsto un successo del genere ed un così immediato radicamento della nostra idea sul territorio. Siamo grati a tutti coloro che ci hanno seguito ringraziando in particolar modo gli scrittori Carmine Abate e Mimmo Gangemi, il critico e regista Enrico Ghezzi e Philip Smith, il cuoco americano che ha nel dna la cucina calabrese e che ha allietato le serate a “casa Berto” con indimenticabili cene con gli artisti”

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top