Politica

Dai Servizi al Viminale, Marco Minniti Ministro dell’Interno

La notizia già circolava, adesso arriva la conferma. Domenico Minniti, detto Marco, è il nuovo ministro dell’Interno, lasciando la delega ai Servizi ricoperta sin dall’inizio della legislatura con il governo Letta e poi confermata con Renzi.

Marco Minniti, nato a Reggio Calabria il 6 giugno 1956, laureato in Filosofia, ha iniziato la sua carriera politica in Calabria, sua terra d’origine. Deputato nella XIV, XV e XVI legislatura, Minniti è stato eletto senatore nella XVII Legislatura nella circoscrizione Calabria come capolista del Pd, partito in cui ha svolto negli anni ruoli di primo piano, tra i quali ‘ministro ombra’ dell’Interno e responsabile nazionale per la verifica dell’attuazione del programma del governo Monti.

È stato sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo D’Alema I, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai Servizi per le informazioni e la sicurezza nel D’Alema II, coordinatore del Comitato interministeriale per la ricostruzione dei Balcani all’epoca della crisi del Kosovo, sottosegretario alla Difesa nel secondo governo Amato e vice ministro dell’Interno nel secondo governo Prodi. Il 1 dicembre 2009 ha dato vita, a Roma, alla fondazione Icsa (Intelligence culture and strategic analysis), un centro di analisi ed elaborazione culturale che tratta in modo innovativo i temi della sicurezza, della difesa e dell’intelligence.

Marco Minniti entra quindi nel 64° governo, quello formato da Paolo Gentiloni, dove trovano conferma molti ministri del governo Renzi, a cinque giorni dalle sue dimissioni: Pier Carlo Padoan all’Economia, Andrea Orlando alla Giustizia, Roberta Pinotti alla Difesa, Carlo Calenda allo Sviluppo Economico, Maurizio Martina alle Politiche Agricole, Gianluca Galletti all’Ambiente, Graziano Delrio ai trasporti, Beatrice Lorenzin alla Salute, Enrico Costa agli Affari Regionali, Dario Franceschini ai Beni Culturali, Marianna Madia alla semplificazione e pubblica amministrazione. Dall’Interno Angelino Alfano passa agli Esteri, Valeria Fedeli all’Istruzione, Anna Finocchiaro ai Rapporti con il Parlamento e Claudio De Vincenti alla Coesione Territoriale. Luca Lotti diventa Ministro con delega allo sport. Infine Maria Elena Boschi rimane a  Palazzo Chigi come sottosegretario. Alle 20 il giuramento nel Salone delle feste del Quirinale.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com