Calcio

Braglia: «Giochiamo veramente bene ma raccogliamo poco». La dedica speciale di Baclet

Piero Braglia

PALERMO – Il tecnico Piero Braglia commenta con amarezza la gara persa contro il Palermo. Il Cosenza torna dalla Sicilia con una prestazione importante condita, nel finale, da una rete che brucia. Puscas segna la rete decisiva su assist di Nestorovski.

Braglia e l’atteggiamento del Cosenza

Il mister del Cosenza, ai microfoni di Jonica Radio nella mixed-zone, analizza la sconfitta subita a pochi istanti dal termine della gara giocata allo stadio “Barbera” (foto repertorio ilcosenza.it). «Dispiace per i ragazzi – analizza Braglia – e anche per l’ambiente. Facciamo delle gare importanti e mi auguro che già contro il Lecce ci sia la possibilità di modificare qualcosa. Il vento deve cambiare per forza di cose: abbiamo bisogno di una vittoria a tutti i costi. I ragazzi hanno fatto un’ottima partita ma purtroppo ci abbassiamo e questo si ripete ciclicamente». Qualche errore che continua a costare caro alla formazione calabrese, allo stato attuale, in piena zona retrocessione. A questo si aggiunge il problema fisico di Mungo e nel finale quello di Palmiero. «Avevamo già qualche assenza di troppo – continua il tecnico – ma a gara in corso Domenico e Luca si sono fatti male. Il Palermo ha una qualità veramente importante, non ci resta che lavorare per cercare di modificare le sorti della stagione».

Baclet, entra e segna

Una rete da subentrato ha permesso al Cosenza di ottenere il momentaneo pareggio dei rossoblù prima del sigillo finale firmato Puscas. «Garritano ha messo dentro un’ottima palla – esordisce il centravanti – e mi ha permesso di segnare. Bisogna stare attenti, per noi il punto preso a Palermo sarebbe stato un ottimo risultato. Nel finale credevamo anche di poterla vincere ma il gol di Puscas ci ha tagliato le gambe». L’imperativo per la partita contro il Lecce è quello di vincere. «Nella prossima gara conterà soltanto ottenere i 3 punti. Il Palermo ha grandi qualità – conclude Baclet – e i cambi ne sono la chiara dimostrazione». Il francese, in chiusura, dedica il gol a Francesco Nardi, tifoso recentemente scomparso. 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com