Calcio

Il Cosenza vola alla finale di Pescara trascinato da un grande Baclet

Baclet

COSENZA – SÜDTIROL 2-0

COSENZA (3-5-2): Saracco 6; Idda 6,5 Pascali 6,5 Pasqualoni 6 (11’ st Baclet 8); Corsi 6,5 Mungo 7 Palmiero 6 (17’ st Loviso 7,5) Bruccini 6,5 D’Orazio 6,5; Tutino 6,5 Okereke 6,5. In panchina: Zommers, Ramos, Perez, Boniotti, Trovato, Calamai, Braglia. Allenatore: Braglia 8

SÜDTIROL (3-5-2): Offredi 6,5; Erlic 5,5 Frascatore 5 Vinetot 6; Tait 5,5 Broh 6 Berardocco 6,5 Fink 6 (21’ st Smith 6) Zanchi 6; Costantino 5,5 (9’ st Candellone 6) Gyasi 6,5. In panchina: D’Egidio, Bertoni, Cia, Baldan, Boccalari, Oneto, Gatto, Heatley, Berardi, Roma. Allenatore: Zanetti 5,5

ARBITRO: Volpi di Arezzo 5,5

MARCATORE: 24’ st Baclet, 49’ st aut. Frascatore (C)

NOTE: spettatori 17461 di cui 16 ospiti. Ammoniti: Pascali (C), Candellone, Vinetot (S). Angoli: 10-0. Recupero: 1‘ pt, 4‘ st

COSENZA – Una rete di Baclet e un autogoal spediscono il Cosenza in finale (foto Farina). Battuto il Südtirol in pieno recupero: esplode di gioia tutto lo stadio.

Si gioca la semifinale di ritorno tra il Cosenza e il Südtirol. All’andata vittoria per gli altoatesini grazie alla vittoria firmata da Cia nei minuti conclusivi. La squadra di casa deve rinunciare a Dermaku, causa squalifica, facendo giocare dall’inizio Pasqualoni. Regolarmente in campo Corsi, panchina per Perez e Baclet. Gli ospiti, invece, recuperano Berardocco e Gyasi che giocano dal primo minuto il match del “Marulla”. Fermato per un turno il difensore centrale Sgarbi (foto galleria a cura di Francesco Farina).

Non cambia il parziale al “Marulla”

Il Cosenza prova subito ad affondare in avanti. Nell’area piccola Bruccini al 4’ cerca la giocata in bello stile ma la sfera termina fuori. Il Südtirol, dal proprio canto, gioca con le ripartenze sino ad ora bloccate dalla retroguardia rossoblù. Al 28’ cross al centro di Corsi e colpo di testa da parte di Okereke che, però, non inquadra la porta di Offredi.

Continua ad attaccare la squadra di casa. Triangolo riuscito tra Bruccini e Corsi con quest’ultimo che lascia partire un lancio per Mungo: l’ex Pistoiese calcia alle stelle al minuto 34. Gli ospiti in avanti rischiano di passare in vantaggio ma Fink non è abile nel dare la giusta  coordinazione.

Cosenza, Baclet entra e segna

Nessun cambio ad inizio ripresa. Zanetti al 9’ fa entrare Candellone al posto del compagno di reparto Costantino. Il Cosenza, invece, modifica il modulo con l’ingresso di Baclet al posto del difensore Pasqualoni. Braglia opta per il 4-3-3 con il francese al centro dell’attacco arretrando Corsi e D’Orazio in difesa. Tutino al 15’ si divora una clamorosa occasione servito dal compagno Mungo.

Subito dopo altra sostituzione del Cosenza: esce Palmiero ed entra Loviso. Salvataggio sulla linea della difesa ospite con conseguente parata di Offredi sul tiro di Tutino. Il Südtirol al minuto 21 inserisce Smith a centrocampo dando maggior copertura al centrocampo. Dopo 180 secondi Baclet fa esplodere il “Marulla” con un preciso colpo ravvicinato, servito da Loviso, sul quale Offredi non può nulla.

Lo zampino di Baclet

Al 33’ Okereke si invola verso l’area lasciando partire un tiro che viene bloccato centralmente. Silani alla ricerca della seconda rete con Baclet che si vede negare la gioia della rete da Offredi con un ottimo intervento. L’arbitro, nel frattempo, assegna 4 minuti di recupero. Sullo scadere il Cosenza, quando tutto lascia presagire i supplementari, va a segno con un tiro di Baclet deviato dal difensore avversario Frascatore. I silani passano il turno e giocheranno la finale, in quel di Pescara, sabato 16 giugno contro il Siena: festa grande in casa rossoblù.

Alessandro Artuso

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com