Altri Sport

DNA BASKET: Viola, chAmpagne!

VIOLA REGGIO CALABRIA- MOBYT FERRARA 77-78

Viola Reggio Calabria: Ricci 11, Viglianisi n.e., Caprari 19, Fabi n.e., Sabbatino 17, Piazza n.e., Quaglia 4, Germani 7, Ammannato 19, Rugolo. Coach: Francesco Ponticiello

Mobyt Ferrara: Casati, Gazzotti 12, Brandani n.e., Cortesi 18, Campiello 6, Ferri 10, Castelletta 2, Benfatto 13, Spizzichini 15, Circosta 2. Coach : Adriano Furlani

Arbitri: Ceratto Mauro di Castellazzo Bormida (Al) e Barone Saverio di Brescia.

Si conclude con una sconfitta al fin di sirena il campionato della Viola. Coach Ponticello deve fare a meno di numerose assenze, in panchina solo per onor di firma gli indisponibili Piazza e Fabi, in borghese Fontecchio (e Rugolo si infortuna presto). Quintetto iniziale composto da  Ammannato, Rugolo, Sabbatino, Germani e Ricci mentre il tecnico Furlani schiera Ferri, Circosta , Benfatto , Campiello  e Cortesi. Prima del fischio di inizio un commosso pensiero è stato rivolto a due grandi tifosi neroarancio, Massimo Rappoccio  e Giuseppe Condello , nel cui ricordo è iniziata la contesa. Nel primo quarto, al contrario delle altre volte, partenza sprint dei nero arancio che si portano subito sul 9 a 0 grazie a Sabbatino e Ammannato. I bianco verdi dopo i primi minuti di torpore iniziano a giocare la frazione si chiude 18 a 16. Nel secondo quarto  la scena iniziale è per gli ospiti che prima impattano con Ferri e poi mettono la freccia con Gazzotti, ma i ragazzi reggini replicano e si va all’intervallo sul 35 a 32. Nell’intervallo spazio alla consegna, da parte del Presidente dell’Associazione Calabresi Creativi, Domenico Rositano, di una targa ad Alessandro Piazza ,quale riconoscimento all’estro del folletto felsineo . Al rientro dagli spogliatoi un Ricci mai domo tiene avanti la Viola che chiude il tempo su di quattro. Nell’ultimo quarto si viaggia sul filo dell’equilibrio. Si entra nell’ultimo minuto Ammannato piazza l’azione da tre punti. Benfatto fa 1/2 ai liberi e poi ancora Ammannato beffa tutti. Ferrara ha 12 secondi per andare a canestro. Tiro storto di Benfatto; Cortesi raccoglie e da sotto e ribadisce a rete. Due punti, a tempo ormai scaduto, che consentendo alla Mobyt di espugnare il PalaBotteghelle. Finisce 78-77 per Ferrara che in post season se la vedrà con San Severo, sconfitta indolore per  i giovanotti neroarancio che a fine partita, tra gli applausi scroscianti del numeroso pubblico accorso al Botteghelle, tornano sul parquet indossando, così come lo staff tecnico – dirigenziale e i collaboratori, la maglietta celebrativa della Legadue Silver, per festeggiare con tanto di spumante, il grande traguardo raggiunto.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com