Calcio

La Palmese asfalta anche il Gallico-Catona…

Palmese – Gallico-Catona 5 – 1

Marcatori: 16’ Vallone, 26’ Foderaro, 30’ Postorino (G-C), 17’ s.t. Torchia, 25’ s.t. Piemontese (rig)

47’ s.t. Curcio

Note: giornata afosa; spettatori 1700 di cui un centinaio ospiti. Recupero: 3’ p.t. 6’ s.t.

 

Palmi- Chi di cinque gol ferisce, di cinque gol perisce. Il Gallico-Catona infatti esce dal “Lopresti” di Palmi con le ossa rotte e si porta a casa lo stesso numero di gol che la settimana scorsa ha rifilato al Guardavalle. In quello che era considerato il big-match della dodicesima giornata di campionato, la capolista U.S. Palmese 1912 asfalta letteralmente la seconda in classifica Gallico-Catona con un sonoro 5 a 1 che non lascia dubbi su chi è la squadra più forte. Franceschini e company dunque si vedono ridimensionati di fronte ai giganti neroverdi che consolidano il primato in classifica portandosi a + 9 punti dalle inseguitrici. Partono bene i padroni di casa che hanno l’assoluto controllo del centrocampo e al 16’ trovano il gol del vantaggio. Calcio d’angolo battuto da Mangiapane. Tiro rasoterra al centro dell’aria su quale si fionda Vallone che tira un bolide che non lascia scampo al portiere avversario. Dopo solo 10 minuti bellissima azione di contropiede innestata da Andiloro che, dopo aver fatto 70 m di corsa e saltato 3 avversari, serve la palla a Foderaro che a tu per tu col portiere non sbaglia. 2 a 0 per i neroverdi dunque. Al 30’ gli ospiti però accorciano con Postorino. Il secondo tempo si apre con una Palmese un po’ in difficoltà a causa dell’infortunio del portiere (fuoriquota) Nania che costringe mister Salerno a cambiare la solita formazione e dunque gli ospiti aumentano il possesso palla senza però mai impostare alcuna azione pericolosa. Al 17’ però i giochi si chiudono. La Palmese, che prima si è vista annullare un gol di Cordiano per fuorigioco inesistente, va a segno con Torchia. Otto minuti dopo l’arbitro assegna un rigore. Sul dischetto Piemontese che non sbaglia. Nel secondo dei sei minuti di recupero arriva il capolavoro di Curcio. Un gol che resterà nella storia. Lancio lungo sulla fascia sinistra e dopo aver fatto rimbalzare la palla un paio di volte, Curcio da fuori area e in posizione laterale fa partire un tiro forte e teso che va a finire in porta, all’angolino opposto. 5 a 1 dunque e il Gallico-Catona, convinto di venire a Palmi a dettare legge, se ne torna a Reggio tutto incerottato.

Print Friendly, PDF & Email





To Top