Calcio

Un super Tutino permette al Cosenza di superare il Foggia

Tutino Cosenza - Foggia

COSENZA – FOGGIA 2-0

COSENZA (3-4-1-2): Saracco 6; Idda 6,5 Dermaku 6,5 Legittimo 6,5; Corsi 6,5 Bruccini 6,5 Mungo 6,5 D’Orazio 6,5 (23’ st Anastasio 6); Garritano 7 (27’ st Palmiero 6); Maniero 6,5 Tutino 7,5 (38’ st Baclet sv). In panchina: Cerofolini, Tiritiello, Varone, Bearzotti, Pascali, Verna, Baez. Allenatore: Braglia 6,5.

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri 6; Tonucci 5 Loiacono 5 (18’ st Chiaretti 5) Martinelli 5; Zambelli 5 Deli 5,5 (39’ st Gori sv) Busellato 5,5 (26’ st Rizzo 5,5) Carraro 5,5 Kragl 6; Mazzeo 5 Galano 5. In panchina: Noppert, Ranieri, Agnelli, Iemmello, Cicerelli, Rubin, Gerbo, Boldor, Ramè. Allenatore: Grassadonia 5.

ARBITRO: Giua di Olbia 6.

MARCATORE: 34’ pt, 29’ st Tutino (C).

NOTE: spettatori 6583 di cui 401 ospiti. Ammoniti: Dermaku, Corsi (C), Loiacono, Busellato, Kragl (F). Angoli: 7-9. Recupero: 1‘ pt, 5‘ st.

COSENZA – La prima vittoria della Serie B targata Cosenza arriva contro il Foggia: strepitosa la prestazione di Tutino che segna 2 reti facendo gioire gli oltre 6mila spettatori di fede calabrese presenti al “Marulla”. Dopo il pari di Carpi (foto Farina) arriva il successo tanto atteso. 

Punti importanti per le formazioni scese in campo nel pomeriggio soleggiato del “San Vito – Marulla”. Il Cosenza ritorna in campo con il 3-4-1-2: in avanti Tutino ha la meglio sul compagno di reparto Baclet e affianca Maniero. Garritano si posiziona come trequartista con Mungo interno di centrocampo. Il Foggia decide di proporre la coppia d’attacco formata da Mazzeo e Galano e si schiera con il 3-5-2. 

Maniero sbaglia il rigore ma Tutino segna 

Garritano Cosenza - FoggiaIl primo tiro della gara arriva al 9’ con Mungo che calcia di potenza ma non inquadra lo specchio della porta di Bizzarri. I calabresi cercano di sfruttare uno schema da calcio piazzato non concludendo al meglio l’azione intrapresa. Il Cosenza si divora il vantaggio prima con Garritano e poi con Mungo: entrambi non riescono a mandare la palla in porta nella maniera adeguata. 

Il Foggia, dal proprio canto, attende l’avversario provando il gioco su contropiede. Intervento decisivo al minuto 27 con Bizzarri che si oppone al tiro di Legittimo. I Satanelli colpiscono il palo a seguito di un tiro ravvicinato di Galano. Giocata intelligente di Garritano abile sel servire Tutino che si fa atterrare in area: Giua indica il calcio di rigore. Dal dischetto si reca Maniero al quale viene parato il penalty ma Tutino è lesto e manda la palla in rete. 

Cosenza, è ancora Tutino

Ripresa senza cambi da parte di entrambe le formazioni. Al minuto 18 Grassadonia si gioca la carta Chiaretti che prende il posto di Loiacono. Dopo 5 giri di lancette esce un Tutino Cosenza - Foggiaclaudicante D’Orazio ed entra Anastasio. Braglia comprende il momento di difficoltà e fa entrare Palmiero per dare più geometria alla manovra del Cosenza. Il Foggia risponde con Rizzo in campo. 

Al minuto 29 Tutino chiude i giochi grazie ad un gesto tecnico degno di nota. Cosenza in contropiede e azione che produce gli effetti sperati dopo il perfetto scambio, nello stretto, firmato da Corsi e Tutino. L’istinto premia Saracco sul tiro ravvicinato, giunto al 36’, e firmato da  Deli. C’è il tempo anche per il tributo dello stadio a Tutino che viene sostituito da Baclet. L’unico squillo della seconda frazione di gioco, sponda rossonera, giunge con Mazzeo: palla alta.

Infortunio per Baclet

Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro decreta la fine e sancisce la vittoria del Cosenza. Da segnalare l’infortunio di Baclet entrato da poco e uscito in barella per un problema alla spalla. 

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com