Cultura&Spettacolo

Civita, gli Agorà Tà presenteranno il loro nuovo Cd

CIVITA (CS) – Dopo la coinvolgente serata mormannese all’insegna del blues e del gospel in compagnia della strepitosa cantante americana Joy Garrison, proseguono in questi giorni, prima della brevissima pausa in occasione del Ferragosto, le tappe del Peperoncino Jazz Festival 2016 nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.unnamed

Domani, venerdì 12 agosto, per il terzo anno consecutivo il festival itinerante nelle più belle località calabresi organizzato dall’Associazione culturale Picanto e diretto artisticamente da Sergio Gimigliano approderà in uno dei paesi maggiormente rappresentativi del Parco, annoverato tra i “Borghi più belli d’Italia” e da anni Bandiera Arancione del Touring Club: Civita.

Qui, nell’ambito degli eventi correlati del festival, grazie alla collaborazione delle Guide Ufficiali del Parco Nazionale del Pollino, alle ore 18 sarà possibile effettuare la visita guidata gratuita del centro storico dello splendido borgo calabrese compreso nell’area protetta entrata da pochi mesi nella Rete Europea e Globale dei  Geoparchisotto l’egida dell’UNESCO (per info e prenotazioni obbligatorie telefonare al 349 5346434 o al 339/8446060).

Alle ore 22.00, poi, sul palco allestito nella graziosa Piazza Municipio verrà presentato, in anteprima, “Remembering Elis Regina”, lavoro discografico appena licenziato dalla Picanto Records (la prestigiosa label calabrese nata nel 2005 dall’esperienza organizzativa del Peperoncino Jazz Festival, che vanta in catalogo, tra gli altri, artisti del calibro di Paolo Fresu, Luca Aquino, Roberto Gatto, Gianluca Petrella, Daniele Scannapieco, Greg Hutchinson, Reuben Rogers, Clarence Penn ecc.) a firma degli Agora Tà, quartetto capitanato dalla giovanissima cantante siciliana Serena Lionetto, che vuol essere un omaggio ad una delle figure di riferimento del panorama musicale e culturale brasiliano del Novecento: Elis Regina, unanimemente considerata dalla critica come la massima interprete brasiliana di tutti i tempi.

Accompagnata sul palco da tre giovani musicisti della nuova scena jazzistica italiana, quali il pianista Danilo Blaiotta (laureato con 110 e lode al Conservatorio di Cosenza, vincitore di svariati concorsi nazionali e con una intensa attività concertistica alle spalle, nel corso della sua giovane carriera ha collezionato collaborazioni importanti come quelle con Claudio Fasoli, Philip Moritz Gotzen, Pietro Leveratto, Achille Succi, Antonio Onorato, Attilio Zanchi ecc.), il bassista Alessio Iorio (che vanta, tra le altre, collaborazioni con Stjepko Gut, Rodney Hubbard, Keith Moncrief, Vaughan Phoenix, Pietro Condorelli, Bruno Marrazzo) e il batterista Alessio Sisca  (applaudito al fianco di Marios Toumbas, Jens Christian Kwella, Marc Bernstein, Davide Santorsola, Nicola Pisani ed altri), la Lionetto renderà omaggio alla grandissima interprete brasiliana con un repertorio che toccherà tanti compositori (come Tom Jobim, Baden Powell e Paulo Cesar Pinheiro, Djavan, Joao Bosco, Gilberto Gil e tanti altri) e diversi stili musicali (dalla bossa nova al funky, dallo swing alla samba), tutti mutuati dal jazz e intrisi di esso fino all’essenza.

Dopo questa serata all’insegna dei ritmi brasiliani, che sarà ad ingresso libero in quanto realizzata con al contributo dell’amministrazione comunale guidata dal sindacoAlessandro Tocci e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino presieduto dall’on. Mimmo Pappaterra, e che, come nella migliore tradizione del PJF, sarà caratterizzata anche dalla presenza dei sommelier professionisti dell’AIS Calabria, che guideranno gli spettatori alla scoperta dei migliori vini calabresi, sabato 13 il festival musicale più piccante d’Italia farà tappa, per la prima volta, nel territorio comunale di Plataci grazie al volere del Sindaco Francesco Tursi (e di tutta la compagine amministrativa da lui guidata) e all’impegno di un nutrito gruppo di cittadini appassionati di musica afroamericana capeggiati da Emilio Smilari.

Per l’occasione, il grazioso anfiteatro che sorge nel centro storico del paese reso famoso dai tanti murales che caratterizzano le facciate delle sue case, sarà il luogo di incontro e di confronto tra il tango argentino e il jazz, con il concerto dei Mas en Tango (trio – formato da Salvatore Cauteruccio alla fisarmonica, Sasà Calabrese al contrabbasso e dal batterista Fabrizio La Fauci – tra i più interessanti del genere in Italia  con super ospite Daniele Scannapieco, unanimemente considerato uno dei maggiori rappresentanti del panorama jazzistico nazionale.

Dopo due giorni di pausa in occasione del Ferragosto, dal 16 agosto fino al 6 settembre (con un’appendice dal 29 settembre al 2 ottobre dedicata al III Calabria Jazz Meeting), le note del XV PJF – evento organizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di 30 amministrazioni comunali e di importanti Sponsor privati (primo fra tutte Banca Carime, ma anche Confindustria Cosenza, Agis e Anec Calabria, Ottica Di Lernia, Gas Pollino, La Pietra Srl, Salumificio Montagna, Gelateria Capani ecc.) e con l’Alto Patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e della Reale Ambasciata di Norvegia– risuonerannosi sul Tirreno Cosentino, con tappe in tutto il territorio compreso tra Praia a Mare ed Amantea.

Nell’arco di questi ricchissimi venti giorni, oltre all’Omaggio a Pino Daniele a firma diRoberto Musolino (in programma il 19 agosto al Teatro dei Ruderi di Cirella, unico evento a pagamento, per il quale è previsto un biglietto dal costo di 10 euro), saranno di scena artisti del calibro di Jim Rotondi, Rick Margitza, Serena Brancale e Walter Ricci, Peter Martin, Antonella Mazza, Angelica Lubian, Eric Daniel, Stefano Reali e Raffaela Maniscalchi, Antonella Chionna, Alessandro Guido ecc.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com