Cultura&Spettacolo

Mendicino, calato il sipario su Radicamenti off. Si guarda al futuro (AUDIO)

MENDICINO (CS) – Non ha ancora spento la seconda candelina, eppure il teatro comunale di Mendicino può dirsi già grande. Divenuto realtà grazie ai fondi Por Calabria Fesr 2007/2013, e inaugurato l’undici marzo 2016, il teatro ha collezionato successi sin da subito. Testimone di quel fermento culturale importante per l’area urbana, questo piccolo teatro di provincia è stato il palcoscenico su cui si sono esibiti musicisti, artisti locali e nomi prestigiosi. Apice di questo fermento è stato Radicamenti off che si è concluso ieri con lo spettacolo di burattini “Zampalesta u cane tempesta”. «Radicamenti off è nato da una costola di Radicamenti e rappresenta la seconda stagione che abbiamo tenuto qui al teatro di Mendicino-spiega il direttore artistico Mario Massaro- con tre eventi speciali. C’è stata la possibilità, grazie al contributo rientrante nel progetto “Radicamenti”, di ospitare un artista di fama internazionale come Paolo Nani, attore apprezzatissimo che ha fatto registrare il sold out, di realizzare “Re Giangiurgolo e le arance d’oro”, una nostra produzione, e di portare da Crotone, sempre nel rispetto di quello che è stato il filo conduttore di Radicamenti, ovvero le nostre tradizioni, un burattinaio calabrese che ha portato in scena “Zampalesta u cane tempesta” che ha avuto molte repliche e ha vinto il premio Otello Sarzi come miglior spettacolo di burattini italiano. Non potevamo non portare il meglio per questa stagione teatrale che prosegue teoricamente quella di “Sguardi a Sud” dell’anno scorso». Oltre ad essere il direttore artistico del teatro comunale di Mendicino, Mario Massaro è direttore della compagnia “Porta Cenere” vincitrice di un bando regionale di manifestazioni culturali, una fucina di progetti come «l’evento della scuola dei classici, riconosciuto come evento regionale di importanza culturale, che consiste nella distribuzione di spettacoli teatrali per ragazzi in giro per la Calabria. Altro progetto è Diteca con il quale l’associazione distribuisce 42 spettacoli il 16 Comuni della provincia di Catanzaro, Vibo Valentia e Crotone». Archiviato il successo di Radicamenti off, si pensa già al futuro in cui questo piccolo grande teatro sarà ancora una volta protagonista. (Immagine presente sulla pagina Facebook del Teatro Comunale di Mendicino)

AUDIO:

Rita Pellicori

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com