Cultura&Spettacolo

Secondo Appuntamento con Traiettorie del Multiverso Con i “4+20: Omaggio a Crosby, Stills, Nash & Young”

COSENZA – Venerdì 15 Febbraio, alle ore 19, al Centro di Documentazione “Raffaele De Luca” di Cosenza si svolgerà il secondo dei sei appuntamenti con le sveltine musicali di Traiettorie nel Multiverso, organizzate dall’Associazione Tecne.
Questa volta i protagonisti sono tre:
Aldo d’Orrico (Voce e chitarre), Mirko Onofrio (Voce, fiati) e Stefano Amato (Cello, synth, mandolino) con “4+20: Omaggio a Crosby, Stills, Nash & Young”.

Nata da una di quelle classiche cose che si dicono di dove fare prima o poi, magari quando per caso ci s’incrocia frettolosamente nei camerini tra una tappa e l’altra e prima di salire sul palco, questo progetto alla sua prima rispecchia come pochi il sincero e innocente piacere nel recuperare e riproporre canzoni che non possono essere definite altrimenti se non del cuore sia in senso individuale che collettivo.

Perché lasciare che certe cose risuonino mute nella nostra memoria nostalgica oppure che vengano meccanicamente riprodotte da un vinile à l’occasion quando di fatto la voglia e i mezzi per realizzare e condividere quest’esperienza umana e musicale non mancano?

E allora ecco che la scelta ricade senza alcuna incertezza sulla mitica triade/quadriade che porta i nomi Crosby, Stills, Nash e Young e l’unico tavolino coinvolto in tutta questa faccenda è solo quello su cui rimangono pochi panini e pochissime lattine, sempre in camerino e sempre prima del concerto.

Quattro voci, quattro modi di suonare, quattro modi di portare i capelli, quattro modi di vedere e intendere il mondo, quattro modi di drogarsi, quattro mondi tutti e quattro molto diversi tra loro cosa che tra l’altro, seppur per poco e in maniera discontinua e non senza contraddizioni, ha fatto di loro non una normale band ma una superband di quattro ego che sul finire dei sixties ha tracciato le nuove direzioni che a tutt’oggi il folk segue e persegue chiudendo così la fase old style e traditional ed avviando invece quella più propriamente contemporanea e che all’epoca vide come protagonisti per intenderci anche Joni Mitchell, Simon & Garfunkel, Jerry Garcia, John Sebastian, gli Eagles volendosi limitare ai soli USA.

Ecco allora che dal camerino al Centro Raffaele De Luca i vostri tre amici Mirko Onofrio (Red Basica, Brunori Sas), Aldo d’Orrico (Miss Fraulein, i Tulipani) e Stefano Amato (Brunori Sas, Viola di Marte) rileggono per voi amanti delle “sveltine”veri e propri standards come Teach Your Children o Don’t let it bring you down piuttosto che vere e proprie perle profetiche di un misticismo lisergico senza tempo come Song with no words o 4+20.

Pagina Facebook dell’Evento.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com