Calcio

Doppiette Gallo – Provenzano e l’Acri vola sul Bocale

ECCELLENZA, 4^ GIORNATA

Acri – Bocale 4 – 1

ACRI: Di Iuri 6,5, Mancino 7 (22′ st Luzzi 6,5), Basile 6, 5, Deffo 7, Cavatorti 6, Miceli 6, Feraco 6,5, Sposato 6,5 (15′ st Provenzano 7,5), Gallo 7,5, Leta 6,5, Carrieri 6 (9′ st Visani). LL.: M. Pascuzzo 7. A disposizione: De Marco, Covello, Siciliano, Levato.

BOCALE: Cozzucoli 5, Audino 5,5, Dieni 5,5, Pannuti 5 (24′ pt Cissè 6,5), Cucinotti 5,5 (15′ st Astuto), Bianchi 6, Catanzaro 5,5, Laurendi 5,5, Quattrone 6, Saviano 6, Moreno 5,5 (20′ st Erbetta 5,5). All.: P. Lo Gatto 6. A disposizione.: Leonardi, Benedetto, Scilipoti, Campolo.

MARCATORI: 15′ pt e 36′ pt Gallo (A), 35′ pt Cissè (B), 16′ st e 30′ st Provenzano.

ARBITRO: Rispoli di Locri 6,5

ASSISTENTI: Mondella (L.T.) e Esposito (CZ)

AMMONITI: Cavatorti, Feraco e  Sposato (A), Moreno e Laurendi (B), Recupero: 2′ PT, 3′ ST

NOTE: Prima del fischio d’inizio premiato dalla società il portiere dell’Acri Francesco Di Iuri per la 100esima presenza in maglia rossonera. Buona cornice di pubblico: 800 Spettatori presenti.

CRONACA – Quarto risultato utile consecutivo per l’Acri che oggi si sbarazza in quattro bocconi di uno sventurato Bocale. I reggini, ancora zero vittorie in campionato, speravano di poter ripartire dalla trasferta acrese ma la coppia Gallo – Provenzano non mostra pietà alcuna per gli uomini di Lo Gatto.

Non solo l’attacco, ma oggi tutta la squadra padrone di casa, come dichiarato anche da Pascuzzo a fine gara, ha mostrato “qualità e buona intensità di gioco in ogni reparto” oltre la possibilità di poter contare anche su una panchina “folta e concentrata“. E cosi capita di potersi permettere Provenzano partire dalla panchina mentre il suo compagno di reparto Paolo Gallo fa impazzire i difensori avversari già dai primi minuti di partita. Al 9′ il bomber rossonero centra in pieno la traversa ma sei minuti più tardi, ottimamente servito da Mancino, trafigge di testa la porta difesa da Cozzucoli che al 23′ rischia di subire ancora la rete per un gran tiro di Mancino (oggi fra i migliori in campo). Ma la macchina schierata oggi in campo da Pascuzzo è quasi perfetta perchè al 35′ Miceli perde in controtempo la marcatura di Cissè (entrato al posto di Pannuti) regalando al centrocampista reggino la palla del pareggio. Pronta risposta dell’Acri 60” più tardi: ancora traversone di Mancino, ancora gol di capitan Gallo.

La ripresa è quasi un monologo rossonero. Si parte subito con un’ occasionissima per Gallo che sfiora la rete del 3-1 (10′). Una punizione al 13′  sui piedi di Saviano  (salvataggio in tuffo di Di Iuri) è poi l’unico tiro in porta degli ospiti. Arriva quindi il momento di Marcello Provenzano: l’attaccante rossonero prima mette la firma sul 3-1 a 30” dall’ingresso in campo (16′ st), poi chiude la partita al 30′ su assist di Leta. Da segnalare anche al 25′ un palo per Gallo.

Non c’è stata dunque la ripartenza per il Bocale ma c’è stata invece un’ Acri che vince e convince. Certo l’avversario ha permesso agli uomini di Pascuzzo di avere oggi vita facile ma i rossoneri possono comunque essere soddisfatti del gioco dimostrato e sorridere di una classifica sicuramente felice. A sorridere sono soprattutto i suoi gemelli del gol Paolo Gallo e Marcello Provenzano, marcatori della giornata e capocannonieri momentanei del campionato con tre reti.  Il primo, oggi alla 67esima rete con la maglia rossonera, mostra soddisfazione ma predica umiltà: “Possiamo ambire a posizioni di alta classifica ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Questo è un campionato difficile, le insidie sono sempre dietro l’angolo. Col Cutro sarà una partita difficile: loro hanno giocatori di categoria che dovremo limitare, Riolo fra trutti, ma noi vogliamo i 3 punti“. Il secondo, oggi partito dai box, si dice soddisfatto per essere riuscito a trasformare la “rabbia” dell’esclusione dal primo minuto in concentrazione: “Vogliamo arrivare più in alto possibile perchè abbiamo una squadra in grado di farlo, una squadra dove anche chi parte dalla panchina, può essere decisivo. Adesso pensiamo al Cutro e speriamo di vincere“. Infine una dedica speciale per la doppietta da entrambi. Gallo: “Dedico i gol a mia moglie e alle mie due figlie, in particolare una di loro due stamattina mi ha pronosticato la doppietta”. Provenzano: “La dedica va alla mia ragazza Larissa che oggi mi ha portato fortuna“.

Andreina Morrone

 

L’Acri dunque

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top