Calcio

SERIE B: Primo successo esterno per la Reggina

BARI(4-3-3) – Lamanna; Ristovski, Borghese, Claiton, Polenta; Sciaudone, Romizi(73’Grandolfo), Filkor; Galano, Caputo, Fedato. A disposizione: Pena, Ceppitelli, Altobello, Rivaldo, Defendi, Ghezzal. Allenatore: Vincenzo Torrente.

REGGINA(3-4-1-2) – Baiocco; Ely, Bergamelli, Lucioni; Melara, Hetemaj(74’Castiglia), Armellino, Di Bari; Sarno; Ceravolo(82’Fischnaller), Comi(91’Freddi). A disposizione: Facchin, Cianci, D’Alessandro, Viola. Allenatore: Davide Dionigi

Arbitro: Ostinelli di Como

Marcatori: 71’Comi(R)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Armellino(R), Hetemaj(R), Filkor(B), Comi(R), Borghese(B), Melara(R), Ristovski(B), Fischnaller(R)

CRONACA: Lunedi sera all’insegna dello spettacolo e del calcio con il posticipo della quattordicesima giornata di serie B tra Bari e Reggina. Il Bari non vinceva da cinque giornate e classifica stagnante a quota 13 con le ombre della zona retrocessione ad inquietare il pubblico del San Nicola. Non andava meglio alla Reggina, che veniva da un indigesto pareggio casalingo con il Varese. Torrente senza l’uomo più importante, Bellomo che con De Falco è squalificato, Iunco infortunato e Sabelli precettato dall’Under 20. In avanti, il duo Caputo-Galano. Per Dionigi tre gli assenti, tutti per squalifica, Rizzo, Barilla e Adejo, Campagnacci ancora non al meglio non convocato. Lucioni e di Bari partono nell’undici titolare. Rinnovato il gemellaggio tra le due tifoserie. Al 2’ subito una buona occasione per il Bari con Caputo che fallisce il tap-in vincente su assist di Fedato. Risponde la Reggina al decimo con una punizione calciata di Ceravolo alta sopra la traversa. Al 29′ Buona occasione per gli amaranto con Melara che ruba un pallone a Polenta e scarica su Sarno che trova Comi a centro area. L’attaccante non trova il tempo per la conclusione. Al 33′ Clamorosa opportunità per il Bari. Capitan Caputo, liberato davanti a Baiocco da un assist di Galano, mette a lato di un soffio dal cuore dell’area di rigore. Al 38′ Reggina pericolosissima con Sarno che strappa il pallone a Romizi e conclude di sinistro dal limite. Super Lamanna mette in angolo. Il primo tempo finisce qua. Gara piuttosto equilibrata, seppure siano a favore dei padroni di casa le migliori occasioni dell’incontro, entrambe con Caputo. Nella ripresa al 47′ Sarno verticalizza su Di Bari che trova il fondo e crossa teso per Comi che viene anticipato, con una scivolata disperata, da Dos Santos. Al 58’ bell’azione corale del Bari, con Caputo che mette fuori per l’accorrente Romizi. Bomba del mediano parata in tuffo di Baiocco. Al 70′ gli amaranto passano: Illumina Sarno che mette Ceravolo solo davanti a Lamanna, bravo ad intervenire sulla sua conclusione sulla respinta però Comi ribadisce in rete. Il Bari prova a spingere passando alle quattro punte con l’inserimento di Grandolfo ma l’ultima grossa occasione arriva all’87’: Fedato duetta benissimo nello stretto con Caputo ritrovandosi poi con il pallone fra i piedi nel cuore dell’area calabrese. L’attaccante veneziano non calcia a rete ma decide di servire al centro proprio Grandolfo il quale è in ritardo nel seguire l’azione e non riesce nel tap-in dell’1-1. La Reggina tiene nelle varie mischie finali e la gara termina 1-0 in favore dei calabresi: per il Bari terza sconfitta consecutiva e quart’ultimo posto in classifica in coabitazione con il Lanciano. La Reggina, grazie ad una prova ricca di orgoglio e determinazione, espugna il San Nicola e con questo successo supera proprio i galletti del Bari .

Prossimo incontro: 17/11/12 Reggina – Ternana

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top