8@31

ASP Catanzaro: formazione per medici di medicina generale e medici specialisti di broncopneumologia

Catanzaro, 28 febbraio 2014 – Nell’ambito del progetto “Percorso Diagnostico-Terapeutico assistenziale (PDTA), per la gestione dei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)”, elaborato in collaborazione dall’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e dall’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, sabato 1 Marzo 2014 alle ore 9:00, nell’Anfiteatro Casalinuovo sito in Via Pugliese Catanzaro, si terrà un’iniziativa di formazione per medici di Medicina generale e medici specialisti della branca sul tema “La gestione integrata  del paziente con BPCO fra ospedale e territorio”. La giornata formativa, organizzata dall’unità operativa Formazione e Qualità dell’Asp di Catanzaro, segreteria scientifica Dott. Gerardo Mancuso, Direttore generale dell’Asp di Catanzaro, offrirà, tra l’altro, l’opportunità di presentare i primi risultati del progetto PDTA e di illustrare il prosieguo delle attività. A introdurre i lavori, tra gli altri, il Direttore dell’A.O. Pugliese Ciaccio, dott.ssa Elga Rizzo.
La broncopneumopatia cronica ostruttiva è una malattia dell’apparato respiratorio caratterizzata da un’ostruzione irreversibile delle vie aeree, di entità variabile a seconda della gravità. Tale patologia, prevenibile e trattabile, ha importanti ricadute in termini clinici, sociali e di spesa sanitaria la cui maggior voce di costo (oltre il 60%) è data dall’ospedalizzazione dovuta alle periodiche riacutizzazioni.
Scopo del progetto, che coinvolge le due Aziende e le Unità complesse di cure primarie (UCCP), è quello di ricercare ed applicare un modello appropriato di gestione integrata Ospedale-Territorio coerente con la realtà locale attraverso un percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale condiviso, che, in termini operativi, diventa uno strumento tecnico-gestionale in continua evoluzione, che si propone di assicurare uniformità di cure efficaci attraverso una rete di servizi sinergici ed integrati, mentre per il paziente affetto da BPCO, a partire dal suo accesso presso lo studio di MMG, rappresenta un percorso virtuoso che sinteticamente si riassume in 3 fasi: prevenzione, attraverso lo screening precoce; visita dello pneumologo, nei casi di sospetta BPCO; controlli periodici (follow-up) con terapia a domicilio o ospedalizzazione, a seconda della gravità, per pazienti con riacutizzazione in atto.

Le fasi diagnostico-terapeutiche si svolgono con l’ausilio della cartella clinica elettronica, che, attraverso un software dedicato, raccoglie i dati del paziente e rappresenta lo strumento più utile all’integrazione fra istituzioni centrali e locali, specialisti ospedalieri e medicina del territorio (specialistica ambulatoriale, medicina generale), ma soprattutto lo strumento necessario al monitoraggio della continuità e della congruità del percorso che il paziente deve seguire.
Attraverso questa piattaforma informatizzata, il MMG e lo Pneumologo si alterneranno secondo cadenze prefissate nel controllo del paziente condividendo le informazioni cliniche, strumentali e terapeutiche.
Alla giornata formativa, suddivisa in quattro sessioni, prenderanno parte relatori specialisti dell’Asp di Catanzaro e dell’A.O. “Pugliese Ciaccio”. Una Tavola rotonda sul tema “Azioni e prospettive” concluderà l’incontro.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com