8@30 in piazza

Giunta regionale, richiesta al Governo Nazionale dello stato di calamità naturale

CATANZARO – La Giunta regionale si è riunita presieduta dall’assessore Pino Gentile con l’assistenza del Dirigente generale Francesco Zoccali. L’esecutivo, su proposta del Presidente Scopelliti, ha approvato l’accordo tra le Nazioni Unite e la Regione finalizzato a “rafforzare la cooperazione internazionale nell’area della gestione, uso e destinazione dei beni sequestrati e confiscati”,  Regione Calabria ed Unodc (United Nations Office on Drugs and Crime) hanno infatti espresso la volontà di accordarsi per cooperare in questo settore.

Il sottosegretario alla Protezione Civile Giovanni Dima – si legge in una nota dell’ufficio stampa – nel corso della riunione odierna di Giunta, ha integrato la delibera con la quale si fa richiesta al Governo Nazionale dello stato di calamità naturale alla luce degli eventi alluvionali che hanno duramente colpito il territorio calabrese nelle ultime ore.

“Oggi ho integrato con una delibera di Giunta – ha dichiarato Dima – la richiesta di calamità naturale, aggiungendo alle giornate del 15 e 16 novembre e del 17 e 18 novembre anche quella del 30 novembre e del primo dicembre, proprio in virtù dei recenti eventi alluvionali che hanno investito la Calabria.

L’emergenza riguarda tutta la zona Jonica partendo dalla provincia di Reggio Calabria sino alla provincia di Cosenza. Le aeree più colpite sono state la zona intorno a Caulonia,  quella vicina a Catanzaro Lido, compresi i comuni di Sellia e Botricello, la zona che va da Crotone a Cirò. Nel cosentino, invece, le aree più danneggiate sono state quelle di Rossano, Cariati e il comune di Corigliano Schiavonea, che si trova praticamente sottacqua, così come tutto l’alto Jonio sino a Rocca Imperiale.

La perturbazione, che ha interessato tutto il Golfo di Taranto comprese le regioni limitrofe Basilicata e Puglia, ha messo a dura prova il nostro territorio. Dopo il momento emergenziale, anche per domani è annunciata un’altra giornata di forti piogge, avremo modo di effettuare dei sopralluoghi in tutte le zone colpite dal maltempo per quantificare e definire meglio l’istruttoria per il ristoro dei danni e chiedere l’intervento del Governo nazionale. Mercoledì, inoltre, in occasione della conferenza della Protezione Civile promossa dal Friuli Venezia Giulia, che si terrà a Roma, porrò  all’attenzione la questione calabrese”.

Mi preme ringraziare – ha concluso il sottosegretario Dima – i sindaci per il loro senso delle istituzioni,  i volontari della Protezione Civile ed i Vigili del Fuoco ed i cittadini che hanno raccolto il nostro allarme con grande senso di civiltà”.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com