Attualità

Manifestazione dei disoccupati di San Giovanni in Fiore

COSENZA – Munito di mascherina bianca e incurante della pioggia e del freddo l’esercito degli invisibili è ben schierato davanti alla sede della Prefettura di Cosenza. Duecento disoccupati di San Giovanni in Fiore stanno protestando pacificamente per chiedere «lavoro e uno stipendio senza il quale non c’è dignità». Una richiesta che vogliono rivolgere alle istituzioni. Mentre loro, con in mano diversi striscioni, pronunciano cori e slogan, nel palazzo del governo è arrivata l’assessore regionale al Lavoro, Federica Roccisano, che a breve incontrerà il prefetto Gianfranco Tomao per affrontare il “caso San Giovanni in Fiore”. Assieme ai lavoratori ci sono il sindaco di San Giovanni Giuseppe Belcastro e Giuseppe Bitonti della Cisl Cosenza. «Non chiediamo l’elemosina – spiega il sindaco – ma un lavoro. Siamo qui per disoccupati san giovanni 2interloquire e cercare una soluzione comune con governo e Regione. Il mio compito è quello di stare accanto alla mia gente, a tanti giovani che hanno diritto ad avere una occupazione. C’e una crisi che noi avvertiamo in modo più evidente – aggiunge il rappresentante della Cisl – Il problema della disoccupazione non può essere gestito solo dall’amministrazione comunale. Ma la forza e la disperazione dei lavoratori porta questa gente a fare una protesta pacifica come quella di oggi. E per questo che chiediamo l’intervento della Regione e del governo e anche investimenti sull’altro piano silano. Non chiediamo nulla ma solo il lavoro».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top