Cultura&Spettacolo

Premio Ausonia, a Corigliano si conclude la terza edizione della mostra

CORIGLIANO CALABRO – Nel cortile del Castello Ducale, a Corigliano Calabro, gremito di gente si è conclusa la terza edizione della “Mostra Nazionale d’Arte del Teatro amatoriale Italiano – Premio Ausonia”.

 Sono stati assegnati i riconoscimenti del Premo Ausonia e del Premio Ausonia – Sezione Teatro popolare di tradizione.

La manifestazione, il cui direttore artistico è Antonio Maria D’Amico presidente provinciale della Fita Cosenza, ha premiato i migliori spettacoli e i migliori attori che hanno calcato i palcoscenici allestiti a Corigliano Calabro, Rossano, Marina di Sibari e Oriolo e personalità del mondo dello spettacolo e della cultura.

Tutti realizzati dal maestro orafo Michele Affidato, che nella serata conclusiva condotta dalla giornalista Raffaella Salamina hanno sfilato indossati da modelle che li hanno mostrati al pubblico, i riconoscimenti erano così divisi: il Premio Ausonia per il Teatro Giovani emergenti 2017 a Davide Fasano, attore emergente che viene proprio dal mondo Fita e che sta calcando i palchi italiani con lo spettacolo “Il Vangelo secondo Antonio” di Scena Verticale.

Il Premio Ausonia per la Promozione della cultura e tradizioni 2017 va a Otello Profazio, immenso cantastorie delle vite calabresi e di racconti meridionali, insignito del Premio Tenco 2016.

Il premio di regia “La Portella” alla carriera è stato assegnato al documentarista, regista e docente Luigi Di Gianni, attualmente presidente della Lucania film commission; il Premio Ausonia “Fausto Taverniti” va a Giuseppe Marasco per la sua grande attività di divulgatore della cultura del sud mentre il “Premio Ausonia – Impegno per il Teatro 2017” verrà assegnato all’attrice Michela Andreozzi che ha deliziato il pubblico con un bellissimo e divertente monologo.

Premi per le compagnie che hanno partecipato alle serate della rassegna.

Il Premio Ausonia è andato  a La Cricca Teatro – Taranto con Questi figli amatissimi  regia di Aldo L’Imperio; Miglior regia a Aldo L’Imperio per Questi figli amatissimi di La Cricca Teatro – Taranto.

Migliore attrice protagonista a Anna Cofano (Anna) per Questi figli amatissimi di La Cricca Teatro Taranto; Miglior attore protagonista a Paolo Spezzati  (Fulgenziio) per Gl’innamorati di Associazione Compagnia del Dadotratto Bari; Miglior attrice non protagonista a Francesca Di Cagno (Flamminia) per Gl’innamorati di Associazione Compagnia del Dadotratto Bari.

Miglior attore non protagonista a Alessandro Rotaia (Conte Di Otricoli) per Gl’ Innamorati di Associazione Compagnia del Dadotratto Bari, Miglior attore e attrice non protagonista a Ciro Cipullo (Pulcinella) per Napoli tra sogno e realtà – Musical di Ansiteatro Aversa.

 Miglior scenografia Istituto pavoniano artigianelli per le Arti grafiche di Trento per La Locandiera di Compagnia dei Giovani Trento e Migliori costumi Adriana Creazioni Sposa in Liolà di Compagnia del Belvedere San Giorgio Ionico (Taranto).

Assegnati  i riconoscimenti del Premio Ausonia – Sezione Teatro popolare di tradizione: Migliore spettacolo a “…E non ci lasceremo mai” di Gruppo teatrale “I Canaglioni” di Cassano allo Jonio; Migliore allestimento scenico ex aequo per Vincenzo Guglielmino, Salvatore Gallo e Paolo Gennarini e Compagnia teatrale palazzolese “Cesare Cannata” di Palazzolo Acreide (Siracusa) e “Turbolenze in galleria” e Associazione culturale “I belli dentro” di Roggiano Gravina per La fortuna con l’effe maiuscola; Migliore attore protagonista per Antonio Amica nel ruolo di Francesco Cerasi di Atc “V. Tieri” per U S-Burdelli; Migliore attrice protagonista per Rachele Iannicelli nel ruolo di Mariangela di Gruppo teatrale “I canaglioni” per “…E non ci lasceremo mai!”; Migliore attore non protagonista per Alberto Principe nel ruolo di Cecco (il Compare) di Gruppo teatrale “La Matassa” per “Maliditti i sordi”; Migliore attrice non protagonista ex aequo per Anna Zagarese nel ruolo di Concettina per Compagnia teatrale “I Tinti” di Associazione “Carpe diem” in “Accade tutto per caso” e Concita Dipietro nel ruolo di Katrin di Compagnia teatrale palazzolese “Cesare Cannata” di Palazzolo Acreide per “Turbolenze in galleria”; Migliore attore caratterista a Giuseppe Giannotte nel ruolo di “Il Cardinale” di associazione “Il Trifoglio” arte, cultura e solidarietà in “’O segreto”; Migliore attrice caratterista a Giuseppina Lagaccia nel ruolo di Anna Rosa per Compagnia teatrale “I Tinti” associazione “Carpre diem” in “Accade tutto per caso”; Migliore regia a Adriano Beraldi di Compagnia teatrale “I Tinti” associazione “Carpre diem” in “Accade tutto per caso” e Premio speciale della critica a Tuttappo’ di Asociazione “Confluenze”.

Print Friendly, PDF & Email





To Top