Calcio

Il Lecce cala il poker ad un Cosenza mai domo

COSENZA – Partita al cardiopalma questo pomeriggio tra Cosenza e Lecce: alla fine la spuntano i pugliesi con il punteggio di 4 a 3. La formazione di casa ci prova fino all’ultimo ma esce sconfitta e perde Cosenza - Leccel’imbattibilità casalinga. Ultimo match del ventottesimo turno quello in scena questo pomeriggio al San Vito – Gigi Marulla per il Cosenza Calcio ed il Lecce. La formazione ospite, posizionata al secondo posto a quota 52 punti, proviene da 17 risultati utili consecutivi e vuole rimanere accodata al Benevento, uscito vittorioso dalla trasferta di Castellammare di Stabia. I ragazzi di Roselli vogliono invece proseguire il loro cammino nelle prime posizioni, in modo tale da poter continuare il cammino verso la conquista dei play-off. Il Cosenza scende in campo con un inedito 4-3-3: tridente d’attacco formato da Statella, Cavallaro e Arrighini, La Mantia parte dalla panchina. Anche i pugliesi propongono con un 4-3-3.

Al minuto 5 gli ospiti passano in vantaggio con un colpo di testa Cosenza - Lecceravvicinato da parte di Moscardelli. Dopo 7 minuti Cavallaro colpisce il pallone in malo modo sugli sviluppi di un cross calciato da Blondett dal lato destro del rettangolo di gioco. Il Cosenza prova ad impostare qualche azione offensiva che, però, viene contrasta efficacemente dai ragazzi di mister Braglia. Lepore, al minuto 27, sfiora il raddoppio con una forte conclusione dal lato: Perina si supera e manda in corner. Il Cosenza si butta a capofitto alla ricerca del pareggio che arriva al 28′ con un contropiede devastante finalizzato da Ciancio. L’arbitro Guccini non assegna minuti di recupero: le squadre si recano negli spogliatoi sul punteggio di parità.

Cosenza - LecceInizia il secondo tempo senza alcuna sostituzione. Al minuto 52, sugli sviluppi di uno schema di gioco, Caccetta ci prova dai 25 metri calciando fuori di poco. Lecce pericoloso al 55′ con una punizione dalla  distanza calciata da Legittimo. All’ora di gioco i salentini passano in vantaggio: Doumbia dalla destra serve Surraco che, lasciato solo, non ha difficoltà ad insaccare alle spalle di Perina. Al minuto 63 primo cambio ospite: esce Surraco ed entra Liviero. La prima sostituzione rossoblù arriva al 66′: esce Statella ed entra La Mantia. Il tecnico rossoblù lascia intatto il modulo in campo. Secondo cambio per il Lecce: esce Doumbia ed Cosenza - Lecceentra Caturano. Subito dopo arriva un altro cambio per il Cosenza: esce Fiordilino ed entra Criaco. I padroni di casa non si arrendono e trovano la via del pari con Cavallaro che viene servito da La Mantia: l’attaccante rossoblù trafigge l’estremo difensore avversario con un preciso piattone. Dopo 5 minuti il Lecce ritorna in vantaggio con un autogol del difensore Tedeschi. Appena 180 secondi ed il Lecce fa il quarto con Moscardelli che, sul filo del fuorigioco, supera Perina con un pallonetto e manda la sfera in rete. Terzo cambio per il Lecce: esce Lepore ed entra Camisa; sono tre i minuti di recupero. Al minuto 91′ La Mantia accorcia le distanze con un preciso colpo di testa. Termina qui il match: il Lecce espugna il San Vito – Gigi Marulla con un pirotecnico 4 a 3.

Alessandro Artuso

Ph. Francesco Farina

 

COSENZA – LECCE   3 – 4

COSENZA (4-3-3): Perina 6; Blondett 5,5, Tedeschi 5,5, Di Nunzio 6, Ciancio 6,5; Caccetta 6, Arrigoni 5,5; Fiordilino 6 (26′ st Criaco 6); Statella 6 (21′ st La Mantia 6,5), Arrighini 6, Cavallaro 6,5. In panchina: Saracco, Corsi, Pinna, Novello, Di Somma, Parigi, Ventre. Allenatore: Roselli 6

LECCE (4-3-3): Perucchini 6; Alcibiade 6, Cosenza 6,5, Abruzzese 6,5, Legittimo 6; Lepore 6 (38′ st Camisa SV), Papini 6, Salvi 6,5; Doumbia 6,5 (25′ pt Caturano 6), Moscardelli 7,5, Surraco (18′ st Liviero 6). In panchina: Bleve, Lo Sicco, De Feudis, Carrozza, Vecsei, Curiale, Beduschi, Sowe. Allenatore: Braglia 6,5

ARBITRO: Francesco Guccini di Albano Laziale (Alfonso Annunziata di Torre Annunziata, Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia)

MARCATORI: 5′ pt Moscardelli (L), 28′ pt Ciancio (C), 16′ st Surraco (L), 28′ st Cavallaro (C), 34′ st aut. Tedeschi (L), 37′ st Moscardelli (L), 45’+1′ st La Mantia (C)

NOTE: 4755 spettatori. Oltre centocinquanta i tifosi provenienti da Lecce. Espulso Tedeschi (C) a tempo scaduto per proteste. Ammoniti: Abruzzese (L), Cosenza (L). Angoli: 4 a 3 per il Lecce. Recupero: 0′ pt, 3′ st

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com