Calcio

La Nuova Gioiese batte anche il Noto

NUOVA GIOIESE: Panuccio, Cosoleto, Cassaro, Castellano, Misale, Taverniti, Condomitti, Lombardo, Pascu (44’st Di Bella), Iannelli (24’st Crucitti G.), Crucitti A.(30’ st Guerrisi). Adisp: Anishchenko, Saccà, Nesci, Cirianni, Pirrotta, Barilà. All: Mario Dal Torrione.

NOTO: Scordino, Sgambato, Intelisano, Esposito (9’st Scapellato D.), Noto, Nigro (12’st Figliomeni), Germano, Conti, Saani, Corsino (24’st Scapellato F.),Gennarini. A disp: Scaffia, Lanzaro, Montalto, Cassese, Pepe, Landolina. All. Giancarlo Betta.

Arbitro: Gosetto di Schio.

Guardalinee: Cantiani di Venosa, Colangelo di Potenza.

Note: ammoniti Castellano, Taverniti, Condomitti (NG); espulso Saani (N)

 

Grande vittoria della Nuova Gioiese, che conquista i primi tre punti casalinghi davanti ai propri tifosi piegando il Noto con il risultato di 1 a 0. La formazione viola si conferma ancora una volta compagine dalle belle ambizioni e, con un gioco ben orchestrato dalla panchina da mister Dal Torrione e interpretato al meglio da un organico finalmente al completo sta viaggiando ben oltre le più rosee aspettative di inizio stagione. Oggi la Gioiese ha vinto da grande squadra, macinando gioco e collezionando occasioni da rete e una volta ottenuto il vantaggio ha chiuso la propria porta agli attacchi dei siciliani, grazie anche agli interventi prodigiosi di Panuccio. Gli amaranto, da parte loro, hanno forse pagato un atteggiamento troppo rinunciatario e sono rimasti in dieci uomini, per l’espulsione di Saani, nel momento in cui stavano cercando di raddrizzare la gara. Nei primi dieci minuti le due squadre, che prima di questa giornata avevano gli stessi punti in classifica, hanno badato a studiarsi e a non scoprirsi troppo. La prima palla gol però non tarda ad arrivare: al 10’ Antonio Crucitti preoccupa l’estremo difensore notinese, con un calcio di punizione dalla destra che termina di poco alto. I viola si schieravano con il 4-2-3-1, con punta centrale Iannelli e sugli esterni Condomitti e Pascu sempre pronti ad inserirsi in area di rigore. Proprio il bomber rumeno al 18’ sfiora il vantaggio con un cross dalla sinistra deviato da un difensore e salvato dal portiere Scordino che ha evitato l’autorete. Gli amaranto siciliani si schieravano con un attento 4-5-1 in fase difensiva, lasciando al solo Saani compiti di pressing, per poi passare ad un 4-3-3 in fase di possesso palla. Di conseguenza le azioni pericolose sono arrivate da alcune ripartenze, tuttavia, sempre ben arginate dalla retroguardia viola. Al 33’ la Nuova Gioiese va nuovamente vicina al vantaggio con il solito Pascu, che colpisce la traversa dopo aver deviato di testa un cross dalla sinistra di Crucitti. Ma è solo il preludio al gol che arriva dieci minuti più tardi. Al 40’ “Re Marius” si avventa su un cross dalla tre quarti di Lombardo, elude la trappola del fuorigioco della difesa notinese e trafigge il portiere in uscita. Il vantaggio viola fa esplodere la tribuna del Polivalente e celebra degnamente il buon momento dei padroni di casa. Dopo il riposo la Nuova Gioiese chiude gli avversari nella propria area, senza riuscire a trovare il raddoppio e collezionando numerosi corner, mentre il Noto ha continuato ad affidarsi solo al contropiede. Al 55’ c’è  il colpo di scena, quando  il centravanti amaranto Saani lascia i propri compagni in inferiorità numerica e viene espulso dall’arbitro per somma di ammonizioni. All’uscita dal terreno di gioco il calciatore di colore è stato applaudito con grande sportività dal pubblico gioiese, colpito dall’impegno e dalla caparbietà mostrata in campo dal numero nove dei siciliani. Da qui in avanti i viola si sono sistemati in campo con un più ordinato 4-4-2 e hanno badato a controllare il match, rischiando qualcosa solo sui tiri di Conti e Gennarini ben neutralizzati da Panuccio. Con questa affermazione la squadra di Gioia Tauro si porta al secondo posto in graduatoria con 10 punti, dietro soltanto alla favorita Savoia e inizia ad abituarsi alle zone alte della classifica. Nella prossima giornata la Nuova Gioiese affronterà il Montalto.

 

DOMENICO BARONE

FOTO DI DOMENICO CARERI        

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top