Politica

Elettrodotto Montalto Uffugo: “gravi danni per la salute”, l’interrogazione di Pedicini e Ferrara

Bruxelles – I portavoce eurodeputati del M5s Piernicola Pedicini e Laura Ferrara hanno presentato un’interrogazione alla Commissione europea, sui danni alla salute pubblica provocati dall’elettrodotto “Laino-Feroleto-Rizziconi” della società Terna, che attraversa un’area densamente popolata delle frazioni Lucchetta e Pianette del comune di Montalto Uffugo in provincia di Cosenza. Pedicini e Ferrara hanno chiesto alla Commissione di verificare se i limiti di base previsti dalle norme europee e nazionali in tema di esposizione ai campi magnetici generati dall’elettrodotto in questione siano stati rispettati e se prevede di effettuare una valutazione per controllare l’adeguatezza dei livelli di esposizione a cui sono sottoposti i cittadini residenti nelle aree interessate. Inoltre hanno chiesto in  che modo la Commissione Ue intende garantire “un alto livello di protezione della salute umana e dell’ambiente come previsto dall’articolo 191 del Tfue (Trattato sul funzionamento dell’Unione europea)”. Nell’interrogazione è stato anche evidenziato che l’elettrodotto “Laino-Feroleto-Rizziconi” ha una tensione di 380 kv e che, nonostante un decreto del Consiglio dei ministri italiano del 2003 fissi in 3μT (unità di misura dell’induzione magnetica) l’obiettivo di qualità del campo magnetico in normali condizioni di esercizio, le misurazioni effettuate dall’Università della Calabria, hanno certificato che la popolazione residente nella tratta tra le frazioni di Pianette e Lucchetta, sarebbe esposta a valori superiori ai 3μT soprattutto nelle sue prossimità. Oltre a ciò, Pedicini e Ferrara hanno sottolineato che l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), in base ai risultati di diversi studi epidemiologici, ha classificato i campi magnetici a 50 Hz come possibili agenti coinvolti nello sviluppo di tumori in particolare di leucemia infantile, glioblastomi e tumori dell’apparato digerente a causa di esposizioni a campi magnetici superiori a 0,3-0,4 μT. Considerata tale situazione, i due portavoce del M5s hanno espresso la loro piena solidarietà ai cittadini e alle associazioni dell’area calabrese coinvolti e hanno dichiarato che in attesa della risposta all’interrogazione della Commissione europea seguiranno la vicenda con la massima attenzione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com