Regionale

Oliverio alla conferenza sul trasporto pubblico: “la metropolitana leggera è un grande investimento”

Catanzaro ( Cz) – Il presidente della Regione Mario Oliverio ha partecipato nel pomeriggio alla conferenza stampa di presentazione del convegno “La riforma del trasporto pubblico locale”, organizzato da Asstra e Ferrovie della Calabria, ed in programma  domani presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria.  “Abbiamo lavorato in questi mesi ad una legge  sul trasporto pubblico locale- ha detto il presidente Oliverio intervenendo all’incontro con i giornalisti – per avere uno strumento normativo che agisca in un settore così strategico. Questo strumento, importante e innovativo, permette di coniugare il massimo di razionalizzazione, il  contenimento dei costi con un servizio rispondente  a quelle che sono le esigenze di mobilità nella nostra regione. Rispetto alla  programmazione abbiamo fatto  scelte chiare, allocato risorse, ed abbiamo già messo sul binario dell’operatività questo percorso.” “Stiamo lavorando contemporaneamente a pezzi importanti nell’ambito di  questo riordino- ha proseguito Oliverio-  ed in questo quadro destiniamo grande attenzione alle metropolitane. Per quella di Catanzaro è prossima la presentazione del progetto esecutivo da parte dell’impresa appaltatrice. Per quella di  Cosenza si è conclusa l’ aggiudicazione provvisoria, da parte della Commissione, all’unica società concorrente alla gara, che è una associazione temporanea  di imprese tra cui CMC, TECNITAL e CAF per i  rotabili. Questo  dato  è stato oggetto  di disinformazione,  alimentata da rappresentanti  istituzionali; un fatto che è grave. Siamo in presenza di un grande investimento,  riallocato nella programmazione 2014/2020, seguendo l’orientamento della Commissione europea che spinge verso investimenti per  la  mobilità su ferro.” “È ancora corso di aggiudicazione l’incarico per lo studio di fattibilità per  l’ammodernamento della storica  tratta ferroviaria  Cosenza-Catanzaro. Ciò- ha detto inoltre-  dovrebbe permettere un collegamento diretto tra le due aree urbane ma soprattutto dei due poli scientifici dell’ Unical e della Magna Grecia. Un  ulteriore investimento, questo,  per un asse importante del trasporto pubblico locale , che potrebbe portare  un vera e propria rivoluzione. Nello studio è stato inserito un tempo di percorrenza che permette  al servizio di essere attrattivo e spostare pezzi di mobilità, con la valorizzazione delle aree interne del Savuto e del Reventino, per il rilancio del turismo ed il contrasto allo spopolamento.” “Al riguardo della c.d. metropolitana  leggera di Cosenza- ha proseguito il presidente della Regione- , occorre precisare che e’ un’ opera di cui si parla da venti anni,  il cui progetto recepisce, osservazioni avanzate all’unanimità dal Consiglio  comunale di Cosenza nel  giugno 2013. Il progetto sarà presentato a breve nei dettagli con una iniziativa. Si tratta di un investimento che va in direzione della qualificazione ambientale del territorio,  non della sua  deturpazione. Viale Parco rimarrà integro ed anzi sarà riqualificato e  rafforzato nelle aree destinate a verde ed attività sportive e ricreative. La  parte centrale non sarà toccata,  ma anzi valorizzata. L’ingombro, su una parte laterale,  con un solo binario,  corrisponde a quello di un parcheggio. Dobbiamo, come noto,  puntare a ridurre al massimo i fattori inquinanti; la tramvia è un passo  importante, poiché riduce  i volumi di traffico, come nei centri urbani di   tutte le città europee della stessa estensione dell’area urbana di Cosenza. Siamo comunque in fase di aggiudicazione provvisoria, per passare alla progettazione esecutiva che potrà accogliere eventuali,  ulteriori suggerimenti  migliorativi che dovessero  arrivare. Occorre guardare all’opera come una vera infrastruttura di ricucitura dell’area urbana, non solo perché mantiene una forte osmosi tra la parte del centro città e Via Popilia, ma finalmente come ricucitura delle zone a sud e nord dell’area urbana.  Anche la metropolitana di Catanzaro consentirà una  ricucitura con Germaneto, sede della Cittadella regionale. In entrambi i casi avremo  una mobilità  sicura e veloce nelle due città. ” “Sono  questi gli elementi da tenere in conto- ha concluso Oliverio-. L’unica cosa che non ci possiamo permettere è quella di tenere atteggiamenti strumentali su questioni così rilevanti, atteggiamenti che possono solo recare danni alla nostra regione. Per questo, prima di giudicare e di esprimere valutazioni è bene conoscere, informarsi. Il trasporto  pubblico locale deve diventare un fattore di reale crescita della nostra regione.”

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com