Altri Sport

A Latina non basta Radic, Viola sconfitta sul filo di lana

Benacquista Assicurazioni Latina – Viola Reggio Calabria 93-90

Parziali: 19-26, 41-45, 65-69, 93-90

Benacquista Assicurazioni Latina: Arledge 9, Rullo 16, Poletti 16, Mascolo 2, Pastore 10, Mathlouthi ne, Uglietti 40, Deshields 30, Allodi 6, Cavallo ne, Di Prospero ne. Coach: Gramenzi

Viola Reggio Calabria: Radic 41, Legion 20, Pandolfi ne, Fabi 12, Caroti 8, Lupusor 2, Taflaj 3, Caruso ne, Fallucca, Marulli ne, Micevic 4, Guaccio. Coach: Paternoster

Arbitri: Masi di Firenze, Salustri di Roma e Maschietto di Treviso

LATINA – Non basta alla Viola un Radic strepitoso, per riuscire a vincere in casa del Latina. Il croato mette a referto addirittura 41 punti, con percentuali straordinarie, ma la Benacquista all’ultimo respiro trova una bomba da tre punti realizzata da un altro protagonista della serata del PalaBianchini: Dashields. Il suo tiro dalla distanza a quindici secondi dal termine porta Latina a +3. inutile il tentativo di Caroti di compiere il miracolo sull’ultimo pallone giocabile. Il match si chiude 93-90, ma la Viola è viva. Avrebbe potuto cogliere il terzo successo consecutivo, dopo gli acuti con Tortona e Treviglio. Paternoster schiera in apertura il medesimo roster proposto giovedì scorso, con Caroti, Legion, Fabi, Taflaj e Radic. Neroarancio subito propositivi, tanto da chiudere il primo quarto in vantaggio(19-26). All’alba della seconda frazione Legion trova subito un canestro da tre punti (19-29). Paternoster fa rifiatare Radic e la Benacquista rimonta portandosi a ridosso degli avversari. Quando il cestista croato ritorna sul parquet, la Viola ritorna immediatamente a +10. Ma anche Latina può contare su giocatori di spessore. Dashields comincia a carburare e per gli ospiti sono guai. Arriva addirittura il sorpasso (72-69) in una valanga di emozioni vietate ai deboli di cuore. Legion ristabilisce la parita (75-75) che si protrae dopo lo strappo di Dashields e Rullo, arginato da Fabi e Caroti (83-83). Ancora Dashields e Rullo a cui rispondono il giovane Taflaj e Radic. Quando tutti pensano ai supplementari la tripla di Dashields fa esplodere il PalaBianchini. La sconfitta brucia, ma la Viola c’è.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top