Calcio

Ci ha lasciato Roberto Ranzani. Il ricordo di Ciccio Marino (AUDIO)

COSENZA – Se ne è andato nel sonno e in silenzio Roberto Ranzani, all’età di 73 anni. Un signore del calcio, che ha rivestito ruoli importanti nel Cosenza Calcio ai tempi della presidenza di Pagliuso e del calcio spettacolo di Zaccheroni, Di Marzio, Negri e Buonocore. Ranzani ci ha lasciato questa mattina, suscitando grande commozione negli ambienti sportivi rossoblù ed in quelli estensi della Spal. Perché egli si considerava un ferrarese a tutti gli effetti. Del resto aveva indossato la maglia della Spal per quattro stagioni e poi ne aveva seguito le sorti quando il club estense passò alla famiglia Pagliuso. A Cosenza tutti lo ricordano con affetto, per il suo garbo e la sua professionalità. ed anche per i successi sportivi ottenuti dai lupi silani quando Ranzani figurava tra i dirigenti. Nella società rossoblù giunse una prima volta nel 1979, poi tra il 1984 ed il 1991. Proprio in questo periodo, insieme a Gianni Di Marzio, fu protagonista della cavalcata in B del 1988 ed anche dello straordinario campionato cadetto targato Bruno Giorgi della stagione 1988/89, chiuso al quarto posto in condominio con Cremonese e Reggina, con il Cosenza che fu escluso dallo spareggio per l’approdo in serie A dalla classifica avulsa. Ranzani era nello staff dirigenziale anche quando il Cosenza torno in B con Giuliano Sonzogni, dopo la breve parentesi in C1 determinata dalla retrocessione maturata nel 1997, quando in panchina si alternarono tra gli altri De Vecchi e Scoglio. Il ricordo di Ciccio Marino intervistato da Edoardo Cozza

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top