Attualità

Lamezia, incontro sulla sanità

LAMEZIA TERME (CZ)- Domani, sabato 19 marzo, alle 10 nella sede regionale del Partito democratico a Lamezia Terme, si terrà un incontro richiesto dal coordinatore regionale della Consulta sulla Sanità, Leofranco Rizzuti, anche a seguito dei provvedimenti assunti dalla struttura commissariale. All’incontro saranno presenti il segretario regionale del Pd Calabria, on. Ernesto Magorno, i parlamentari, i consiglieri regionali e i segretari. All’ordine del giorno il documento della Consulta presentato all’Assemblea regionale del Pd del 28 novembre 2015. Il documento è frutto delle analisi elaborate dalla Consulta, in cui emerge principalmente che “fino ad ora in Calabria la sanità non è mai stata gestita adeguatamente”. Strutture vetuste, inadeguate, con problemi strutturali emergono nei territori, interni inadeguati, una situazione alberghiera da terzo mondo dove operatori instancabili riescono nonostante tutto a dare spesso risposte di qualità. “Occorre un monitoraggio del sistema della sanità calabrese che deve essere fondato sulla qualità dell’esistente e sulla validità del servizio, anche per scongiurare l’ulteriore incremento dell’emigrazione sanitaria– afferma Leofranco Rizzuti -.

icona_sanita

Non si può che esprimere un giudizio negativo sui decreti emessi dall’ufficio del commissario. Ha ragione il presidente della Regione, Mario Oliverio, quando dice che è molto grave che si approvi l’adeguamento della rete ospedaliera regionale senza alcun confronto con la Regione: la rete ospedaliera è atto programmatorio di primissimo livello e costituisce l’ossatura strategica per un rilancio del Sistema sanitario calabrese. Non è accettabile, pertanto, che ciò avvenga in spregio alle Istituzioni democratiche regionali. Risulta necessaria la revoca di entrambi i decreti per promuovere tempestivamente una azione di concertazione con le Aziende Sanitarie pubbliche e con le parti sociali al fine di pervenire a modifiche coerenti con una efficace azione di riorganizzazione della rete ospedaliera pubblica e privata”. Suggerimenti e proposte che saranno al vaglio della riunione di domani con al centro il documento dove comunque emerge la necessità di mettere il cittadino utente al centro del sistema, con i suoi bisogni ma anche come elemento condizionante il sistema stesso. “Gli errori commessi in passato – si legge nel documento che sarà illustrato domani – non possono ricadere sulle spalle dei cittadini Calabresi che hanno come gli altri il diritto alla salute, elemento indispensabile alla base della vita democratica del paese. Ripartiamo da queste idee, da questa nuova politica in Italia e nella nostra Regione per cambiare verso alla sanità calabrese”.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com